Orientamento

  • Pubblicato il:
  • Scritto da: Redazione

Come superare il concorso notarile

CONCORSO NOTARILE: REQUISITI E COME STUDIARE PER SUPERARLO. Il concorso notarile è uno dei concorsi più difficili che un laureato in Giurisprudenza possa affrontare. Si tratta dell'esame di stato che abilita alla professione di notaio, e che un candidato in media affronta 3 volte prima di superarlo. Le difficoltà maggiori del concorso notarile riguardano principalmente le 3 prove scritte, la conoscenza dettagliata del diritto civile, nonché un notevole investimento di tempo e denaro. Difficoltà che non sono insormontabili, dunque scopriamo insieme come studiare e affrontare questo temuto concorso!


 

CONCORSO NOTARILE: LE PROVE. Per poter partecipare al concorso notarile è neccessario aver conseguito la laurea in Giurisprudenza e aver terminato la pratica notarile entro 45 giorni dalla pubblicazione del bando. Il concorso viene bandito annualmente e si svolge a Roma in unica sede nazionale. 

Le prove del concorso notarile sono costituite da 3 prove scritte e 3 prove orali.

Prove scritte

Le 3 prove scritte vengono effettuate in 3 giorni consecutivi. Si tratta di 3 distinte prove teorico-pratiche, e riguardano un atto di ultima volontà e due atti tra vivi, di cui uno di diritto commerciale.

Prove orali

Le 3 prove orali avvengono circa un anno dopo lo svolgimento delle prove scritte e comprendono più materie da studiare: diritto civile, commerciale e volontaria giurisdizione. Anche le prove orali avvengono in 3 giorni differenti:

  • Primo giorno: istituti giuridici in rapporto ai quali si esplica l'ufficio di notaio
  • Secondo giorno: disposizioni sull'ordinamento del notariato e degli archivi notarili
  • Terzo giorno: disposizioni concernenti i tributi sugli affari

Una volta terminate le prove orali, bisogna attendere dagli 8 ai 10 mesi per poter consultare la graduatoria. Successivamente è necessario conseguire il sigillo che permetterà di firmare un registro speciale presso il Consiglio Notarile. Fatto ciò, ci saranno circa 3 mesi di tempo per avviare uno studio notarile. 
 

CONCORSO NOTARILE: COME STUDIARE. Data la complessità delle 6 prove e soprattutto i tempi decisamente lunghi, per superare il concorso notarile è necessario investire molto tempo e denaro. Esso infatti richiede una preparazione giuridico-fiscale di altissimo livello, e sono necessarie conoscenze di diritto civile, di leggi speciali strettamente inerenti alla professione di notaio, di nozioni sulla forma degli atti, di elementi di diritto tributario relative alle imposte indirette e della legge notarile.

Organizziamo allora il nostro studio in modo da renderlo approfondito e arrivare alle prove tranquilli e sicuri:

1. Tabella di marcia

Non si tratta di un esame universitario, per cui la tabella di marcia sarà abbastanza lunga e strutturata. Dedichiamo allora un po' di tempo all'organizzazione dello studio, dividiamo materie e argomenti nei mesi che abbiamo a disposizione.

2. Scelta dei libri 

Scegliamo un buon manuale di base da cui partire, ma non limitiamoci a quello: consultiamo articoli, dispense, aggiorniamoci sugli ultimi orientamenti giurisprudenziali e sui temi di attualità della dottrina. Non basiamoci su un solo testo, ma cerchiamo di approfondire gli argomenti consultando altri libri.

3. Metodo di studio

Ognuno di noi ha un suo metodo di studio, tuttavia, per studiare in modo così approfondito è necessario adottare un metodo di studio specifico. Armiamoci allora non solo di libri, ma anche di penna e quaderno: una volta studiato un argomento, facciamo uno schema con i concetti principali. Questo ci aiuterà nel momento in cui andremo a ripassare, poiché non potremo riprendere tutti i libri che abbiamo consultato! 

4. Studio pratico

Non basta chiaramente studiare sui libri, ma è necessario anche effettuare uno studio pratico, in particolare per poter superare le tre prove scritte. È opportuno allenarsi della redazione di atti notarili, così da scrivere quasi in automatico durante le prove, con sicurezza e velocità, senza perdere tempo su dubbi e incertezze. Durante le esercitazioni si possono utilizzare temi svolti e copiare gli atti più importanti dal formulario.

5. Scuole di notariato

Non è obbligatorio seguire una scuola per prepararsi al concorso, tuttavia è utile se non ci si riesce a concentrare bene o se da soli non riusciamo a studiare. Una scuola notarile infatti non solo fornisce una buona base teorica, ma dà consigli preziosi e affronta argomenti che spesso non vengono trattati nei libri. Bisogna però stare molto attenti: prima di iscriversi è opportuno consultare orari e programmi, così da non rischiare di buttar via tempo e denaro seguendo un pessimo corso.
 

COME AFFRONTARE IL CONCORSO NOTARILE. Dopo mesi di preparazione giungiamo finalmente ai giorni stabiliti per le prove. Le prime prove da affrontare sono quelle scritte, suddivise in 3 giorni, per cui è necessario gestire bene stress e ansia, soprattutto il primo giorno. Se ci siamo esercitati bene, scriveremo gli atti in automatico. Ma prima di consegnare, assicuriamoci di aver utilizzato un linguaggio tecnico, ma soprattutto corretto ortograficamente, e di non aver scritto informazioni errate.

Le prove orali si svolgeranno dopo molti mesi, per cui avremo altro tempo a disposizione per studiare. Badiamo non solo alla correttezza delle informazioni, ma cerchiamo di utilizzare un linguaggio forbito ed esponiamo gli argomenti in modo sicuro e fluente. 

Commenti

Commenta Come superare il concorso notarile.
Utilizza FaceBook.