Orientamento

  • Pubblicato il:
  • Scritto da: Redazione

Erasmus plus: studiare all'estero già dalle superiori

Erasmus plus: partire alle superiori - Quante volte avrete visto partire per l'Erasmus i vostri fratelli e amici più grandi, provando una grande invidia?  Adesso le cose sono cambiate, e anche voi potrete partire per studiare all'estero per qualche mese. Da gennaio 2014 trascorrere un periodo di studio all'estero con il progetto Erasmus è infatti possibile anche per gli studenti delle scuole superiori!

Che cos'è l'Erasmus plus - L'Erasmus plus è il programma di mobilità internazionale promosso dall'Unione europea, dedicato all'istruzione, alla formazione, alla gioventù e allo sport, aperto a tutti i cittadini europei. Raccoglie tutti i programmi di mobilità sul territorio europeo, riuniti sotto una singola etichetta. Tra questi, quelli dedicati agli studenti delle scuole superiori sono: Gioventù in Azione, ovvero Scambi Interculturali, Training Course, Servizio Volontario Europeo ecc..

Nel regolamento nazionale leggiamo che gli obbiettivi del nuovo programma sono:

a) migliorare il livello delle competenze e abilità chiave, con particolare riguardo alla loro rilevanza per il mercato del lavoro e al loro contributo a una società coesa, in particolare mediante maggiori opportunità di mobilità a fini dell'appren dimento e grazie a una cooperazione rafforzata tra mondo dell'istruzione e della formazione e mondo del lavoro;

b) favorire i miglioramenti della qualità, l'innovazione, l'eccellenza e l'internazionalizzazione per quanto riguarda gli istituti di istruzione e di formazione, in particolare mediante una maggiore cooperazione transnazionale tra gli istituti di
istruzione e formazione e altri soggetti interessati;

c) promuovere la realizzazione di uno spazio europeo permanente e lo sviluppo di una maggiore consapevolezza in merito, al fine di supportare le riforme politiche a livello nazionale e la modernizzazione dei sistemi di istruzione e formazione, in particolare attraverso una cooperazione politica rafforzata, un migliore utilizzo degli strumenti dell'Unione

d) ) favorire la dimensione internazionale dell'istruzione e della formazione, in particolare attraverso la cooperazione tra gli istituti dell'Unione e dei paesi partner nel settore dell'IFP e dell'istruzione superiore, aumentando l'attrattiva degli istituti di istruzione superiore europei e sostenendo le azioni esterne dell'Unione, inclusi i suoi obiettivi di sviluppo, mediante la promozione della mobilità e della cooperazione tra istituti di istruzione superiore dell'Unione e di paesi partner, anche grazie al potenziamento mirato della capacità nei paesi partner

Chi può partire per l'Erasmus plus? - Tutti i giovani cittadini appartenenti ad uno Stato membro dell'UE con un'età compresa tra 13 e i 30 anni e iscritti ad un Istituto d'istruzione superiore (ogni tipo di scuola superiore che rilasci un diploma, o Università riconosciuta dallo Stato). Esistono dei programmi rivolti anche agli sportivi, per cui i requisiti di accesso sono diversi.

Quanto dura l'Erasmus? - Gli studenti possono trascorrere un periodo di studio all'estero che dura dai 3 ai 12 mesi. In questa fascia temporale è incluso anche un periodo di tirocinio formativo se previsto dal progetto formativo a cui si aderisce. Ogni studente può ricevere più borse di studio per partire una volta per ogni ciclo di ciclo di studi. Ovvero sarà possibile partire, ad esempio, una volta durante le superiori, una volta durante l'Universita, e una volta durante un Master/Dottorato.

Studiare all'estero: come funziona? - Le scuole in cui vengono ospitati gli studenti italiani all'estero fanno parte di un circuito di scuole d'eccellenza selezionate dal Programma Erasmus. Prima di partire lo studente firmerà un accordo di mobilità con la nuova scuola e l'Erasmus Student Card, ovvero il documento che definisce i suoi diritti e suoi doveri durante il periodo di mobilità. Inoltre in seguito ad un confronto tra la scuola italiana e quella ospitante verrà creato un programma di studi bene preciso e personalizzato per ogni studente.

Alla fine del periodo di studio all'estero, la scuola ospitante deve fornire tutte le valutazioni e i documenti sul rendimento scolastico dello studente, che dovranno essere considerate alla fine del giudizio di fine anno. L'esperienza di mobilità, inoltre rappresenta un valore aggiunto ai fini del voto del diploma.

I finanziamenti - E' possibile ricevere una borsa di studio (secondo i requisiti stabiliti da ogni programma) per partecipare al programma Erasmus, che coprono le spese di viaggio, vitto e alloggio. Chi non riesce ad ottenere il finanziamento, può comunque partire per il periodo di studio all'estero, senza dover pagare le tasse d'iscrizione e frequenza nella scuola ospitante.

Come partecipare al progetto Erasmus - Gli studenti che vogliono partecipare al progetto Erasmus possono rivolgersi alla segreteria della scuola che frequentano per ricevere maggiore informazioni o possono consultare il sito Erasmus plus.

 

Commenti

Commenta Erasmus plus: studiare all'estero già dalle superiori.
Utilizza FaceBook.