Orientamento

  • Pubblicato il:
  • Scritto da: Redazione

I punti chiave della riforma Universitaria.

La riforma Universitaria del ministro Gelmini non ha reso felici molti studenti tant’è che vi sono state e ci saranno delle manifestazioni di protesta.

In soldoni cosa dice questa riforma?

 

I quattro punti cardine della Legge 133:
1. Ci sarà un taglio di 500 milioni di euro in 3 anni alle università. per alcuni atenei questo potrebbe significare la chiusura.
Altrimenti:
2. Con il nuovo decreto le università pubbliche potranno scegliere se diventare fondazioni private o meno.

Una facoltà può decidere di diventare una fondazione perché:


3.Per riuscire a finanziarsi aumentando le tasse agli studenti, che non avrebbero più un limite di legge. Le tasse infatti potrebbero aumentare a dismisura, anche raggiungendo i 6-7000 euro l'anno, sul modello delle università americane.
Inoltre le fondazioni verrebbero finanziate da enti privati, come ad esempio le industrie farmaceutiche (forse le sole a poterselo permettere), e tali enti finirebbero per tagliare le gambe a tutti quei settori universitari e di ricerca che non rientrano nei loro interessi.
Ma soprattutto sarebbero le ricerche a venir danneggiate pesantemente, non più spinte dal puro interesse culturale e sociale, ma dai fondi messi a disposizione e dalle commissioni dirette degli enti stessi!

Il futuro come si presenta?

4. Università di serie A e di serie B in base alle disponibilità economiche degli studenti, quindi titoli di studio dal differente peso e possibile perdita del valore legale di questi.

 

Per maggiori informazioni: http://www.camera.it/parlam/leggi/08133L.htm (vd. “Capo V: Istruzione e ricerca)

Commenti

Commenta I punti chiave della riforma Universitaria..
Utilizza FaceBook.