Orientamento

  • Pubblicato il:
  • Scritto da: Redazione

Sei un creativo? Diventa un Product Designer

Una figura professionale in continua evoluzione, attualissima, e dal fascino inossidato: il progettista. Un lavoro che trova spazio in numerosi settori industriali, che fonde  un’anima creativa ad una tecnica, ai  cui gli studenti talentuosi in cerca del proprio percorso formativo dovrebbero guardare con interesse. Abbiamo chiesto al Professor Giacomo Bertolazzi, docente e coordinatore IED, di guidarci alla scoperta di quello che  lui stesso ha definito “il mestiere più bello del mondo”.

Professore ci spiega cosa fa esattamente un Product Designer?                                       
Il Product Designer è un professionista che si occupa dell’ideazione e della progettazione di prodotti e servizi per il sistema industriale, analizzando le esigenze dettate dal mercato, dalla società e dalle innovazioni tecnologiche. Non è un inventore, ma qualcuno che traduce un’invenzione in un prodotto utile e funzionale ai bisogni contemporanei.

Possiamo definire un Product Designer come un tecnico o come un creativo?
Quello del Product Designer è sicuramente un mestiere complesso, tanto tecnico, quanto creativo. Esiste una netta differenza però tra un progettista e un artista. Quello dell’artista è un mestiere solitario. Il Product Deisgner, invece, lavora all’interno di un sistema complesso di sinergie, che coinvolgono ruoli e professionalità di tipo diverso. Inoltre il progettista non può fare a meno di intuire, prevedere, e comprendere le esigenze del mercato.

Chi può diventare Product Designer?
Le persone curiose, flessibili, e intellettualmente vivaci. Non basta saper disegnare per essere dei bravi studenti, bisogna possedere un’apertura mentale che permette di progettare e allo stesso tempo interpretare le esigenze della società in cui viviamo.

In quali settori può trovare impiego il  Product Designer?
Nei settori più vari. Sicuramente l’ultima frontiera è quella del design di servizi, che vede il progettista impegnato nella realizzazione e nell’ideazione di un insieme di prodotti funzionale alla messa in atto di un servizio. L’ex  Primo Ministro inglese, Tony Blair, anticipando  i tempi, ha  inserito nel suo staff un gruppo di progettisti con il ruolo di “ideatori di servizi”. Un esempio italiano? Pensate al bike sharing: le biciclette e le pensiline esistono da sempre, ma qualcuno le ha migliorate e adattate ad un servizio ben preciso.

Trovano lavoro i ragazzi che hanno studiato per diventare  Product Designer?
La risposta corretta è lavorano. Perché si autoproducono. Progettano, pensano, e condividono le loro creazioni sui nuovi canali web. E così riescono a vendere, a lavorare, sfruttando anche le competente e le eccellenze del territorio in cui sono nati.

Professore, perché diventare Product Designer e perché studiare per diventarlo?
Perché è il mestiere più bello del mondo. Ti dà l’opportunità di pensare e realizzare un prodotto, e vedere i benefici che  esso apporta. Studiare in IED significa studiare in una scuola all’avanguardia, che da sempre guarda e anticipa il futuro, investendo moltissimo in ricerca e sperimentazione. IED forma gli studenti in quest’ottica, trasmettendo la stessa vision alle aziende con cui collabora e con cui i ragazzi entrano in contatto.

Commenti

Commenta Sei un creativo? Diventa un Product Designer.
Utilizza FaceBook.