Orientamento

  • Pubblicato il:
  • Scritto da: Redazione

Test Architettura: guida ai quesiti di disegno e rappresentazione

TEST ARCHITETTURA: LE DOMANDE DI DISEGNO E RAPPRESENTAZIONE. Gli esami non finiscono mai: tra poco è tempo di test per l’accesso alle varie facoltà a numero programmato. Chi desidera diventare architetto, dovrà imbattersi anche nei quesiti di disegno e rappresentazione. Ecco qui una breve guida ai quesiti di disegno e rappresentazione, utile ad esercitarsi e capire come affrontare il test.

TEST INGRESSO ARCHITETTURA: DISEGNO E RAPPRESENTAZIONE. La prova di ammissione consiste in domande a scelta multipla e lo studente dovrà rispondere in modo corretto al maggior numero di quesiti nel tempo a disposizione. Al fine di riuscire a rispondere ai quesiti di disegno e rappresentazione, lo studente dovrà possedere una buona conoscenza dei Programmi Ministeriali per le scuole secondarie di secondo grado.

In particolare, il test valuterà la capacità di analizzare grafici, disegni, e rappresentazioni iconiche o termini di corrispondenza rispetto all’oggetto rappresentato.

I tipi di domande richiederanno al candidato di:

• convertire i dati grafici in un'altra forma di rappresentazione
• identificare la scala dei disegni
• utilizzare oggetti tridimensionali disegnati e determinare il posizionamento spaziale
• identificare i tipi di sistemi di disegno
• determinare l’orientamento di edifici con l'aiuto di ombre e mappe
• alternare i diversi sistemi di disegno per determinare le visuali
• identificare le visuali degli oggetti attraverso la rotazione

Viene altresì richiesto che si abbia padronanza di nozioni elementari relative alla rappresentazione, come:

• piante e prospetti
• assonometria: isometria esplosa, sezione isometrica, prospettiva, ortografia
• forme geometriche bidimensionali: ellisse, parabola, circonferenza, esagono, ecc...
• forme geometriche tridimensionali: cuboidi, sfere, cilindri, coni, ecc..
• lettura della mappa: misura, scala, orientamento, prospetti, ecc...

Il ragionamento logico e la cognizione dello spazio architettonico verranno valutati tramite domande a risposta multipla. Per ogni domanda, in forma grafica o testuale, vengono fornite cinque possibili risposte. Le opzioni possono anche essere rappresentate da grafici e il candidato ne deve individuare una soltanto, scartando le conclusioni errate, arbitrarie o meno probabili.

Per affrontare il test si consiglia di avere un’ottima conoscenza di queste tematiche, ma soprattutto di verificare la propria preparazione rispondendo ai quesiti di disegno e rappresentazione  in questa guida.

Infatti, lo svolgimento dei quesiti potrà essere utile per capire il tipo di nozioni richieste per il test e il proprio livello di preparazione.

ESEMPIO 1

Questa è la rappresentazione di una casa coperta da tetti spioventi. Quale prospetto va associata a ciascuna direzione di proiezione riportata in pianta?

a) A-2; b-5; c-3; d-1, e-4; f-6
b) A-1, b-3; c-6; d-4; e-2; f-5
c) A-5, b-2; c-4; d-6; e-1; f-3
d) A-4; b-1; c-6; d-3; e-5; f-2
e) A-6; b-4; c-5; d-2; e-3; f-1

La risposta corretta è la E. Questa domanda richiede al candidato di lavorare su una pianta della casa e 6 prospettive. Si dovrà determinare la corrispondenza tra le risultanti prospettive (af) e le viste numerate della pianta (16). Bisogna individuare come apparirebbe la visuale in ogni direzione 16, cercando per prima la visuale più semplice per trovare la risposta. La visuale più semplice sarà probabilmente la ‘1’, una facciata larga della casa con una piccola estensione sul lato destro dell’edificio, che corrisponde alla prospettiva ‘f’. Questo aiuterà nella scelta di ‘E’; il controllo di a6, b4, c5, d2, e3 conferma che ‘E’ è la risposta corretta.

ESEMPIO 2

Indicare in quale coppia di scale è rappresentato il prospetto dell’edificio, facendo riferimento anche ai contenuti grafici.

a) A 1:50 b 1:100
b) A 1:100 b 1:50
c) A  1:200 b 1:50
d) A 1:500 b 1:50
e) A 1:20 b 1:100

La risposta corretta è la A. In questa domanda vengono mostrate due prospettive della stessa casa,che vengono rappresentate in due scale diverse. Il candidato deve decidere dalle 2 prospettive quale delle coppie di scale date A-E dà la coppia di scale più probabile per i disegni ‘a’ e ‘b’. Il disegno ‘b’ è ridotto più in scala di ‘a’ deve avere una scala più piccola di 'b'. Pertanto solo 'A' ed 'E' possono essere corrette. Guardando più da vicino il disegno, 'a' è due volte l'altezza di 'b'. Solo la risposta 'A' può essere corretta, dal momento che la scala di “b” è il doppio di quella di 'a'.

TEST ARCHITETTURA 2016: TUTTO SULLA PROVA. Ecco cosa sapere sul test di architettura:

Commenti

Commenta Test Architettura: guida ai quesiti di disegno e rappresentazione.
Utilizza FaceBook.