Orientamento

  • Pubblicato il:
  • Scritto da: Redazione

Test d'ammissione a medicina 2013: pronto il ricorso

Ci siamo quasi per i test ingresso 2016! E se non dovessi entrare a Medicina, la facoltà dei tuoi sogni? Niente paura, ecco cosa fare:
Test Medicina articolo 6: cos'è e come funziona

Codacons vs test d'ammissione a medicina - I test d'ammissione alle facoltà a numero programmato sarebbero "incostituzionali" e "assurdi". Ad affermarlo è il Codacons che, in vista delle imminenti prove di selezione, sta raccogliendo le firme per impugnare i test e procedere con un ricorso al tar del Lazio, al fine di invalidarli. Leggiamo in una nota:

“Migliaia di studenti vengono chiamati a giocarsi in 90 minuti il proprio futuro attraverso la lotteria dei test di ammissione, la cui soluzione spesso richiede capacità mnemoniche, che nulla hanno a che vedere con l’accertamento dell’attitudine agli studi di medicina, cui sulla carta i test dovrebbero tendere”

Il ricorso al Tar - Il ricorso al tar dovrà essere presentato nel termine di 60 giorni dalla presentazione della domanda di partecipazione alle prove di ammissione. Si tratta di una forma "collettiva" di rivendicazione, gli studenti che aderiranno a tale ricorso dovranno comunicare l’eventuale ammissione o non ammissione, poiché nel primo caso occorrerà presentare apposito atto di rinuncia al giudizio, mentre nel secondo caso bisognerà proporre atto di motivi aggiuntivi.

Test incostituzionali - A spingere il Codacons al ricorso è la mancata leggittimità costituzionale dei test d'ammissione a Medicina. Infatti secondo l' art. 35 Costituzione “I capaci e meritevoli anche se privi di mezzi, hanno il diritto di raggiungere i gradi più alti degli studi”. Risulterebbe violato anche  il principio di imparzialità, di cui all’art. 97 Cost. e lo stesso principio di eguaglianza.

 

Commenti

Commenta Test d'ammissione a medicina 2013: pronto il ricorso.
Utilizza FaceBook.