Orientamento

  • Pubblicato il:
  • Scritto da: Redazione

Test di ammissione Medicina 2015: pro o contro?

Pronto per i test ingresso 2016? Se ti piacerebbe entrare alla facoltà di Medicina ecco tutto quello che devi sapere sul test:
Test ingresso medicina 2016

Numerose polemiche sono nate dopo la dichiarazione del Ministro Giannini sui Test di Medicina 2015, che potrebbero non venire effettuati prima dell’inizio dell’anno accademico, ma alla fine del primo anno di corso, secondo il modello francese.

Studentville.it ha stilato un elenco di Pro e Contro al Test di ammissione, in modo da analizzare al meglio la situazione.

Foto: www.corriereuniv.it

PRO AL TEST DI AMMISSIONE:
- Sovraffollamento: su Twitter impazzano foto di stadi in cui poter tenere le lezioni nel caso dell’abolizione dei Test. In Italia non esistono strutture universitarie che potrebbero contenere l’ingente quantita di matricole che si iscriverebbe alle Facoltà di Medicina.
Docenti: come conseguenza dell’alto numero di iscrizioni, non vi sarebbero abbastanza docenti universitari per istituire corsi di laurea. I casi sono due: o si ritroverebbero a insegnare a circa 1000 studenti a lezione (con la conseguenza che non vi sono comunque aule adatte), oppure bisognerebbe istituire più cattedre per ogni corso di Medicina, in modo da dividere le matricole in diverse classi con numeri più bassi.
- Raccomandazioni: gli studenti sottolineano soprattutto questo. Che vi sia o meno il test di ammissione, le raccomandazioni saranno sempre presenti negli Atenei italiani, ma i sostenitori del Test di ammissione affermano che è più difficile che entrino raccomandati con lo sbarramento di una Commissione. Invece, con la libera iscrizione, fioccherebbero le raccomandazioni, che non verrebbero fermate dal modello francese che vuole adottare la Giannini, con il test di valutazione previsto per la fine del primo anno.
- Mancanza di fondi: già da anni gli Atenei sono soggetti a continui tagli nei finanziamenti. Se ogni corso universitario fatica a gestire all’incirca 400 studenti per Facoltà, come riuscirebbe a sostenere il peso di 3000 matricole? Finanziariamente sarebbe un collasso per ogni Ateneo.
- Dubbi sul modello francese: il durissimo sbarramento attuato alla fine del primo anno di corso lascerebbe almeno la metà delle matricole senza la possibilità di proseguire. Dopo un anno di studio molto duro, magari anche con una buona media, uno studente che non passasse il concorso per il secondo anno, si ritroverebbe o a iscriversi a un altro corso di Laurea simile a Medicina, oppure a dover abbandonare per sempre l’idea di diventare medico.

CONTRO AL TEST DI AMMISSIONE:
- Irregolarità: ogni anno il caos generato dalla redazione dei Test di ammissione è sempre più pesante. Gli aspiranti medici che tentano il Test si lamentano di come le domande siano spesso a trabocchetto e redatte con la specifica intenzione di far cadere in errore chi sostiene il Test.
- Mancanza di meritocrazia: come conseguenza dei modi irregolari con cui vengono somministrate le prove, gli studenti gridano alla mancanza di meritocrazia. Le prove e i quesiti presenti nei Test di ammissione non sono adatti a valutare il livello culturale dell’aspirante matricola e il suo merito. Inoltre, studenti che nel caso di iscrizioni aperte potrebbero rivelarsi brillanti medici una volta laureati, per qualche motivo vengono invece respinti perché non riescono a passare il test di ammissione oppure già da prima rinunciano a tentare quella strada, proprio con la consapevolezza della difficoltà del Test che non valuta nel modo corretto le conoscenze dello studente.
- Selezione naturale: chi è contro il concorso per l’ammissione afferma che non si può valutare preventivamente uno studente. La selezione deve avvenire nel corso degli esami, in cui l’universitario si renderà conto da solo se le proprie capacità lo porteranno alla laurea oppure al fallimento. Medicina è da sempre uno dei corsi di Laurea più difficili e ogni anno gli abbandoni sono un numero non indifferente, dato proprio dalla difficoltà degli esami presenti.
- L’Università è per tutti, sostengono le associazioni studentesche, non deve essere controllata da lobby economiche o politiche che mirano a mantenere l’Università in un ambito d’elite.

E voi cosa ne pensate? Siete a favore dei test di ammissione oppure per la loro abolizione?

Foto copertina: www.amedeobianco.it

LEGGI ANCHE:

- Test Medicina 2015: si potrà tentare l'esame al massimo due volte

- Test Medicina 2014: assegnati o prenotati?

- Come studiare Medicina all'estero

Commenti

Commenta Test di ammissione Medicina 2015: pro o contro?.
Utilizza FaceBook.