Orientamento

  • Pubblicato il:
  • Scritto da: Redazione

Test professioni sanitarie 2015: quale università scegliere?

E’ ormai nota la data del test Professioni Sanitarie 2015: 4 settembre 2015. Al momento però non si hanno altre notizie, l’unica certezza è che il bando del test Professioni Sanitarie 2015 per legge dovrà uscire almeno due mesi prima dalla data ufficiale del test. Le aspiranti matricole dunque devono ancora attendere per avere informazioni sui posti disponibili, le modalità e i contenuti della prova. Intanto è bene iniziare a pensare quale università scegliere per svolgere il test d'ammissione, per capire bene dove c'è più possibilità di entrare, in base al numero di posti disponibili e dando uno sguardo ai punteggi medi degli anni precedenti. 


 

Test professioni sanitarie 2015: la struttura del Test

In genere, per lo svolgimento della prova di ammissione è assegnato un tempo massimo di 100 minuti. Il quiz consiste di 60 domande a risposta multipla, di cui una sola risposta esatta tra le cinque indicate. Le domande sono così ripartite:  

  • 4 quesiti di Cultura generale
  • 23 di Ragionamento logico
  • 15 di Biologia
  • 10 di Chimica
  • 8 di Fisica e Matematica

Finchè non uscirà il bando però, non si hanno notizie certe, per cui è preferibile dedicarsi intanto allo studio per l’esame di maturità, che sarà comunque precursore di quello per il test.

Le domande di partecipazione al test sono sempre tantissime rispetto ai posti disponibili, per cui è importante studiare tanto ed esercitarsi, provando a sostenere le domande degli anni precedenti, per poter arrivare con una preparazione ottimale. 
 

Test professioni sanitarie 2015: quale università scegliere

Nell’attesa che esca il bando del test Professioni Sanitarie 2015, per iniziare a riflettere su quale università scegliere, è bene tenere in considerazione i dati dello scorso anno accademico. 

Per entrare nella graduatoria di Professioni Sanitarie non è prevista una soglia minima e gli scorrimenti, così come la chiusura definitiva delle graduatorie sono stabilite dai singoli atenei. Le graduatorie vengono stilate in base a due criteri: uno si basa sulle preferenze dello studente; in questo caso si tiene conto prima delle preferenze espresse dal candidato e poi del suo punteggio, per cui, tutti gli studenti che hanno inserito lo stesso corso come prima opzione vengono inseriti nella stessa graduatoria. Il secondo criterio invece, tiene conto prima del punteggio totalizzato dal candidato, stilando così un’unica graduatoria di merito in base a cui vengono assegnati i posti disponibili nei vari corsi di laurea. Le più gettonate sono comunque Infermieristica e Fisioterapia.

Commenti

Commenta Test professioni sanitarie 2015: quale università scegliere?.
Utilizza FaceBook.