Orientamento

  • Pubblicato il:
  • Scritto da: Redazione

TFA 2014: pubblicato il decreto dal Miur

Dopo due anni di attesa gli aspiranti insegnanti possono intravedere uno spiraglio di luce per intraprendere il cammino verso l'abilitazione per l'insegnamento. Pochi giorni fa infatti il Miur ha indetto il bando del II ciclo del TFA, ovvero il Tirocinio Formativo Attivo che sfornerà insegnanti per la scuola secondaria di I e II grado. I posti disponibili sono 22.450 per il TFA ordinario, e 6.630 per gli insegnanti già abilitati che intendono specializzarsi nel sostegno. La domanda di partecipazione deve essere presentata entro le ore 14.00 del 16 giugno 2014, secondo quanto dice il Decreto pubblicato dal Miur il 22 maggio 2014. L'importo di partecipazione è pari a 50 euro per ogni classe di concorso, da versare all'università prescelta dopo aver effettuato l'iscrizione sul sito https://tfa.cineca.it/. Una volta essersi registrati e aver fornito tutte le generalità, si riceveranno dei codici d'accesso da utilizzare per il login e quindi iscriversi. Se si vuole partecipare alla selezione di più classi di abilitazione, bisogna effettuare un'iscrizione per ogni classe di concorso a cui si vuole partecipare.

Foto by Flickr

Chi può partecipare al concorso per il TFA?

Possono partecipare alla selezione:

1. Coloro che sono in possesso dei titoli d'ammissione alle classi di concorso stabiliti dal decreto del 30 gennaio 1998, n. 39, cioè coloro che presentano i titoli d'accesso alle classi di concorso secondo quanto dice il decreto del 9 febbraio 2005, n. 22.

2. Coloro che sono in possesso di laurea magistrale corrispondente ad una delle lauree specialistiche previste dal decreto del 9 febbraio 2005, n. 22.

3. Coloro che sono in possesso delle lauree previste dal decreto 8 gennaio 2009 e decreto 9 luglio 2009.

4. Coloro che sono in possesso del diploma ISEF possono partecipare per le classi di concorso A029 e A030.

5. Coloro che conseguiranno i titoli di ammissione entro il 31 agosto 2014.

 

Inoltre, sono ammessi in soprannumero, senza dover sostenere alcuna prova:

• coloro che hanno superato il test d'ammissione per la SISS ma non hanno potuto conseguire l'abilitazione

• coloro che hanno superato tutte le prove selettive per diverse classi di concorso del TFA 2012, ma hanno frequentato un solo corso, oppure coloro che, pur avendo superato tutte le prove, non hanno potuto frequentare i corsi

• coloro che sono risultati idonei alle selezioni del TFA 2012, ma non collocati in posizione utile in graduatoria per essere ammessi

Il Miur, inoltre, ha messo a disposizione un'applicazione che consente di capire, facendo una ricerca per Titolo di Ammissione o per Classe di concorso, se il titolo di cui si è in possesso è idoneo o meno.

 

Quali prove dovranno essere superate?

Per poter accedere ai corsi del TFA, bisogna superare due scritti e un orale:

• una prova preselettiva nazionale, composta da 60 domande con 4 opzioni di risposta, che verifica le conoscenze relative a ciascuna materia che si vuole insegnare. Dieci di questi quesiti mirano a testare le competenza in lingua italiana, attraverso la comprensione di due testi. Il test ha la durata di 3 ore. Ogni risposta esatta vale 0,5 punti, mentre le risposte non date e sbagliate valgono 0 punti. Supera la prova chi consegue 21/30 punti, ovvero chi risponde in modo esatto a 42 domande su 60. Le prove si svolgeranno per tutte le classi di concorso entro fine luglio 2014.

ALLENATI CON LE NOSTRE SIMULAZIONI DELLE PROVE PRESELETTIVE DEL TFA!

• una prova scritta, stabilita da ciascuna Università, anch'essa valutata in trentesimi, e che mira a testare le conoscenze in una o più materie previste da ciascuna classe di concorso. La prova inoltre verifica le capacità di interpretazione, analisi e argomentazione di ciascun candidato. Supera la prova chi raggiunge un punteggio non inferiore a 21/30. La prova scritta si svolgerà entro ottobre 2014.

• una prova orale, che esamina le conoscenze nelle materie previste da ciascuna classe di concorso, e si ritiene superata con un punteggio non inferiore a 15/20. Anche la prova orale si svolgerà ad ottobre 2014.

 

Come verrà stilata la graduatoria?

Per ogni candidato che avrà superato le 3 prove, si sommeranno i punteggi ottenuti, a cui si aggiungerà il punteggio conseguito dalla valutazione dei titoli. I titoli valutati saranno gli esami sostenuti, il voto di laurea, il servizio svolto e altri titoli professionali e culturali. A parità di punteggio, prevale il candidato che ha più anni di servizio nelle istituzioni scolastiche. Tra i candidati che non hanno svolto servizio invece prevale quello più giovane. In graduatoria è ammesso un numero di candidati non superiore al numero dei posti disponibili indicato nel bando. Se il numero dei candidati è inferiore ai posti disponibili, il corso verra attivato solo per quel numero di persone.

Per quanto riguarda i costi e le modalità d'iscrizione, bisognerà attendere invece il decreto del Miur.


Leggi anche:

I 7 lavori più pagati nel futuro in Italia

I lavori più pagati per i diplomati

Come combattere l'ansia per i test d'ammissione

 
Foto copertina www.forrefs.de

Commenti

Commenta TFA 2014: pubblicato il decreto dal Miur.
Utilizza FaceBook.