Orientamento

  • Pubblicato il:
  • Scritto da: Redazione

Università: le migliori sono Trento e Verona

Secondo la classifica del Sole24Ore le migliori Università d’Italia sono quelle di Trento e di Verona, alla quale va uno speciale merito per la ricerca. Da tempo il giornale opera una classifica di qualità delle Università italiane, statali e non statali, in base a numerosi fattori: primo fra tutti la didattica, basata sui temi più attuali riguardo la formazione universitaria quali gli stage offerti e la possibilità di esperienze all’estero dello studente; indicatori fondamentali per capire quanto l’Ateneo investa sulle esperienze dell’universitario prima che consegua la Laurea, per dargli strumenti adatti al suo ingresso nel mondo del lavoro. Un secondo fattore è una misurazione di quanto l’Università investa sulla ricerca, seguito da un terzo elemento altrettando importante: il diritto allo studio. Non solamente quanti studenti richiedano borse di studio e aiuti economici, ma quanti effettivamente li ottengono. Fondamentale, poi, il giudizio dei laureandi sul corso da loro frequentato e sulla loro esperienza personale all’interno dell’Ateneo.

Foto: www.i-think-italia.it

COME VIENE REALIZZATA LA CLASSIFICA
Per quanto riguarda queste classifiche di qualità, ci si basa prima di tutto su una graduatoria costruita su nove indicatori della didattica, un’altra classifica basata su tre indicatori della ricerca e, infine, su una graduatoria generale che è il risultato della media tra le due precedenti classifiche. A ogni singolo indicatore viene dato un punteggio da 0 (per il peggiore) a 100 (il migliore), con risultati proporzionati alla qualità dell’aspetto analizzato inserito nell’Ateneo in questione. Per le prime classifiche parziali (quella sulla didattica e sulla ricerca) si divide per nove (nel caso della didattica) e per tre (per la ricerca) il punteggio ottenuto dalla somma dei punteggi di ogni indicatore. La classifica generale invece viene generata dalla media del punteggio ottenuto nella classifica parziale sulla didattica e quella sulla ricerca.

Indicatori della didattica oltre ai già citati stage lavorativi e la possibilità di esperienza all’estero, sono ad esempio l’attrattività, che calcola il numero di matricole arrivate da un’altra Regione, in proporzione al numero totale degli immatricolati; la sostenibilità, che calcola il numero medio di docenti nelle attività di base e caratterizzanti per ogni corso di laurea.

LA CLASSIFICA
Subito dopo le prime due Università di Trento e Verona, troviamo il Politecnico di Milano e l’Alma Mater di Bologna. Per quanto riguarda le Università non statali al primo posto troviamo l’Università San Raffaele (che dalla sua ha l’offerta del corso di Medicina, che come sappiamo riceve ogni anno numeri ingenti di studenti che tentano di entrare in questo tipo di Facoltà) e l’Università Bocconi e LUISS parimerito al secondo posto. Andando più a fondo osserviamo come l’Università di Verona sia, tra gli atenei statali, la migliore in assoluto nel campo della ricerca e dell’alta formazione che offre; tra gli atenei non statali ricopre questo ruolo di eccellenza la LUISS. Nota di merito va anche al Politecnico di Milano per puntualità degli iscritti a terminare il corso di Laurea con ottime votazioni.
In base ai dati osserviamo anche come vi siano non poche difficoltà per gli Atenei del Sud a tener testa alle Università con sede nel Nord Italia: le tasse universitarie più basse non permettono di raccogliere fondi adeguati alle numerose necessità di questi Atenei e il desiderio di trasferirsi al Nord, visto come zona con più possibilità lavorative rispetto al Sud, porta gli studenti lontano dagli Atenei del Sud Italia. Solo l’Università di Salerno è al 22esimo posto mentre l’Orientale di Napoli e Foggia sono poco prima del quarantesimo posto, con l’Università Federico II di Napoli quasi in fondo (in 56esima posizione).

 

LEGGI ANCHE:

- LUISS: come superare il test di ammissione

- Bocconi: come superare il test di ammissione

 

Foto copertina: editorxragazzi.it

Commenti

Commenta Università: le migliori sono Trento e Verona.
Utilizza FaceBook.