Scienze

  • Materia: Scienze
  • Visualizzato: 1183 volte
  • Data: 2014-10-11
  • Autore: teresa lomanni

L'apparato escretore

L’apparato escretore, che libera il sangue dalle sostanze di rifiuto prodotte dalle cellule.

Apparato escretore: come sono fatti i reni e dove sono collocati

I reni sono due organi dell'apparato escretore grandi all’incirca come un pugno e hanno la forma di un fagiolo. Essi sono collocati nella cavità addominale, all’altezza della vita, da parti opposte rispetto alla colonna vertebrale. I reni sono racchiusi e protetti da una capsula fibrosa, nella quale si distinguono due zone:

  1. Una più esterna, chiamata zona corticale, nella quale si trovano microscopici filtri, attraverso i quali tutto il sangue passa circa 25 volte al giorno.
     
  2. Una parte più interna, chiamata zona midollare, nella quale sono presenti i corpuscoli renali, che separano le sostanze utili da quelle da scartare.

I corpuscoli renali sono formati dal glomerulo e dalla capsula:

  • Il glomerulo – Il sangue è portato ai reni dalle arterie renali. Ogni arteria renale si suddivide in rami sempre più sottili, i quali a loro volta si suddividono in un gran numero di capillari arteriosi. I capillari arteriosi si aggrovigliano, formando i glomeruli renali.
     
  • La capsula – Intorno a ogni glomerulo vi è la capsula.

I corpuscoli renali filtrano il sangue in due fasi:

  • Prima fase: Il sangue arriva al glomerulo con una pressione più elevata di quella che ha quando ne esce. A causa di questa differenza di pressione, il sangue è costretto a filtrare attraverso i corpuscoli renali. Le membrane dei corpuscoli hanno pori piccoli, per cui lasciano passare solo le molecole piccole, trattenendo le proteine e i corpuscoli del sangue.
     
  • Seconda fase: Tra le molecole piccole passate occorre separare quelle utili da quelle dannose. Le prime devono essere restituite al sangue, le seconde devono essere portate all’esterno. Le sostanze utili sono riassorbite da tubicini, i tubuli renali. L’acqua contenente le sostanze di rifiuto, invece, viene portata in un tubicino più grande e sbocca nel bacinetto renale, l’orina. Dal bacinetto renale, attraverso un condotto chiamato uretere, l’orina è portata nella vescica urinaria. La vescica urinaria comunica con l’esterno del corpo attraverso l’uretra.