Geografia

  • Materia: Geografia
  • Visualizzato: 877 volte
  • Data: 2014-10-13
  • Autore: valeria nisticò

La Cina

Si riassumono le caratteristiche fisiche, politiche e antropologiche della Cina.

LA CINA

La Cina è il primo Paese al Mondo per numero di abitanti e il terzo per estensione.
Si affaccia sull’Oceano Pacifico.
Culla di antiche civiltà, possiede molte risorse minerarie e la sua economia si è molto sviluppata negli ultimi decenni.

IL TERRITORIO

Il territorio della Cina è caratterizzato da una grande varietà di paesaggi e climi.

Dal punto di vista fisico si può dividere il Paese in due grandi parti:

  1. La Cina Occidentale
  2. La Cina Orientale.

La prima è ricca di catene montuose, altipiani, steppe e deserti. E’ poco popolata è vi è un’attività prevalentemente pastorale. Vi si ritrova il più elevato degli altipiani, il Tibet, circondato dall’Himalaia, dal Karakorum e dal Kunlun. Tra i bacini di questa zona ci sono il bacino del Tarim, la Zungaria, il Turfan e il bacino di Tsaidam. Ci sono molte regioni aride in cui non si segnalano fiumi. Vi si ritrovano il deserto del Takla-Makan e il deserto di Gobi.

Nella Cina Orientale ci sono per lo più colline, pianure e grandi fiumi ed è molto popolata e coltivata.
Vi si ritrovano la Pianura della Manciuria e le Pianure alluvionali dell’Hoang Ho e dello Yangtze Kiang.
Tra i fiumi della Cina ricordiamo lo Yangtze Kiang e lo Hoang Ho.
Molto importanti sono anche l’Amur, l’Ussuri, lo Hoai Ho e lo Zhu Jiang.

IL CLIMA

Nella Cina Occidentale il clima è di tipo desertico, nel Nord-Est è continentale mentre a Sud diventa caldo-umido.

GLI UOMINI

La Cina è il Paese più popoloso del mondo.
Ospita oltre cinquanta gruppi etnici il cui principale è quello dei Cinesi Han.
Negli ultimi decenni c’è stata una notevole migrazione verso le città.

La lingua nazionale è il dialetto di Pechino. Il cinese è una lingua monosillabica in cui sono molto importanti i toni per distinguere le parole, caratterizzata dalla scrittura ideografica in cui ad ogni parola corrisponde un ideogramma.

Le religioni più diffuse sono il buddismo, il taoismo, poi ci sono i cattolici e i musulmani.
Molto seguita è anche la dottrina confuciana.
Nel Tibet è molto diffuso il Lamaismo, una varietà del Buddismo, il cui capo spirituale è il Dalai Lama.

LE CITTÀ

  • Pechino è la capitale della Cina dal 1949. Ha una lunga storia. Possiede la caratteristica forma a rettangoli intorno al palazzo imperiale. La sua piazza Tien An Men è la più grande del mondo. L’insieme dei palazzi imperiali era chiamato Città Proibita perché era vietato entrarci a chi non faceva parte della corte, nei suoi pressi sorge il Tempio del Cielo, dove l’imperatore si recava per pregare. Oggi Pechino ha assunto un ruolo industriale sempre più importante. Molte sono le acciaierie, le fabbriche tessili, chimiche e meccaniche. A Pechino è stato istallato il primo reattore nucleare cinese.
     
  • Shangai è la più popolosa città asiatica. E’ situata sul fiume Huang Pu Jang ed è uno dei maggiori porti del mondo inoltre è diventata il massimo centro industriale, commerciale e bancario della Cina.
     
  • Tientsin è la terza città della Cina per numero di abitanti e il secondo centro industriale, vi sorgono infatti industrie siderurgiche, meccaniche, chimiche e petrolchimiche.
     
  • Canton è la maggiore città della Cina meridionale ed è situata sulle rive dello Zhu Jiang. E’ un grosso centro di pesca ed è anche famosa per il mercato dei fiori.

LE ATTIVITÀ

L’agricoltura è ancora la più importante attività economica della Cina e ha visto un progresso costante anche per la costruzione di canali di irrigazione e le opere di gestione dei fiumi.
Le difficoltà sono dovute alla scarsità di terre coltivabili e alle frequenti calamità naturali.

La produzione più importante è quella dei cereali come riso, frumento e mais. Altri prodotti importanti sono le patate e la soia.

L’allevamento dei bovini è ostacolato dalla limitatezza dei pascoli mentre molto importante è quello dei suini.

Nelle regioni aride è diffuso l’allevamento di ovini e caprini.

Notevole importanza ha assunto il settore della pesca.

La Cina possiede poi grandi giacimenti di carbone e gas naturale.

Le attività industriali sono limitate e concentrate in poche aree.