Scienze

  • Materia: Scienze
  • Visualizzato: 2417 volte
  • Data: 2014-09-30
  • Autore: Redazione

Gli artropodi

Cosa sono gli artropodi e quali caratteristiche hanno.

Gli artropodi comprendono un’infinità di specie che popolano ogni angolo della Terra e che quindi possiamo trovare in qualunque ambiente. Il loro corpo è costituito da tre parti fondamentali:

  • il capo
  • il torace
  • l’addome

Sono presenti coppie di appendici utilizzate in genere per muoversi sul terreno, ma nelle varie specie anche per nuotare o afferrare e manipolare il cibo, o infine come organi di senso, molti di essi possiedono al capaci di mantenerli in volo per tempi lunghissimi.

Gli artropodi sono dotati di esoscheletro, resistente per la presenza di una sostanza organica chiamata chitina.
Il fatto di essere racchiusi in una struttura rigida e pesante è un impedimento alla crescita e infatti tali animali non raggiungono mai grandi dimensioni. Per poter crescere, essi sono costretti a cambiarsi periodicamente quella specie di armatura. Si ha allora un fenomeno molto curioso, chiamato muta,in seguito al quale l’animale abbandona completamente il proprio rivestimento e subito dopo ne produce uno nuovo di maggiori dimensioni.
In molte specie l’animale si limita a crescere soltanto nel periodo in cui,trovandosi allo stato di larva,è ancora sprovvisto di esoscheletro. Si parla allora di sviluppo indiretto,perché si ha il passaggio da una forma a un’altra del tutto diversa(metamorfosi). Gli organi di senso sono particolarmente efficienti e molti insetti incuriosiscono per i loro grandi e particolari occhi o per la presenza di lunghe e curiose antenne.
Negli artropodi la riproduzione è sessuata e spesso maschio e femmina presentano una struttura diversa (dimorfismo sessuale).

Questi animali possono essere ulteriormente suddivisi in gruppi con caratteristiche simili:

Gli aracnidi

Comprendono i ragni, capaci di produrre fili di natura proteica da utilizzare per costruire trappole (ragnatele) con le quali catturano mosche e altri piccoli insetti. Possiedono sei paia di appendici, due per facilitare il pasto e quattro per muoversi. Capo e torace sono fusi in un’unica parte detta cefalotorace. A questo gruppo appartengono anche gli scorpioni dalla coda munita di un caratteristico aculeo che può iniettare sostanze velenose,a volte mortali anche per l’uomo,e gli acari.

I crostacei

Vivono in ambiente acquatico o almeno molto umido; per questo la loro respirazione avviene per mezzo di branchie. Il loro corpo presenta, come negli aracnidi, la formazione del cefalotorace. Crostacei molto noti sono i granchi, i gamberi, le aragoste, i paguri. 

Gli insetti

Costituiscono il gruppo di animali che presenta la più grande varietà di forme, il loro corpo è ben distinto in capo,torace e addome. Sul capo vi sono occhi semplici e composti,antenne e una bocca che può avere varie forme. Al torace sono fissate tre paia di zampe e due paia di al che possono essere modificate in vario modo e in alcuni casi mancare del tutto. Nell’addome, come nell’intero organismo, sono contenuti organi e apparati particolarmente complessi. La riproduzione non può che essere sessuata e avviene generalmente con sessi separati. Il loro sviluppo è indiretto e avviene quindi attraverso mute e metamorfosi.