Scienze

  • Materia: Scienze
  • Visualizzato: 1243 volte
  • Data: 2014-10-01
  • Autore: Redazione

Habitat e catena alimentare

Le caratteristiche del tipo di ambiente chiamato habitat e cos'è una catena alimentare.

Il tipo di ambiente in cui vive una data specie si chiama “habitat”. All’interno di un dato habitat ogni specie occupa una sua “nicchia ecologica”, cioè è specializzata nell’utilizzo di un determinato tipo di alimento. 

Che cos’è l’habitat

Si chiama habitat il particolare tipo di ambiente naturale in cui una data specie animale o vegetale vive. In base alla “professione” che svolge, cioè in base al tipo di alimento che è specializzata a mangiare, ogni specie occupa una nicchia di un habitat. Tale nicchia si chiama nicchia ecologica.

Per esempio, l’habitat della zebra è la savana africana: la zebra occupa la nicchia ecologica dei grossi erbivori dell’habitat  della savana africana. In ogni habitat vi sono numerose nicchie ecologiche: per esempio, nella savana africana, ci sono i grandi, i medi e i piccoli erbivori; ci sono i grandi, i piccoli e i medi predatori; ci sono i roditori, insettivori, mangiatori di frutti, di semi, ecc.

La catena alimentare

Gli organismi di una comunità biologica  possono essere ordinati in modo che ciascuno mangia quello che lo precede e sia mangiato da quello che lo segue. Quando gli organismi di una comunità sono ordinati in tal modo, si dice che sono ordinati in catene alimentari.  Le catene alimentari cominciano sempre con un produttore e terminano spesso con un animale predatore. Le catene alimentari non sono fisse. Per esempio, col sopraggiungere dell’inverno, le lucertole e le bisce vanno in letargo. In tal modo, la catena alimentare di cui fanno parte si interrompe. Le catene alimentari si intersecano, formando reti alimentari.