Geografia

  • Materia: Geografia
  • Visualizzato: 2331 volte
  • Data: 2014-10-03
  • Autore: Redazione

I fiumi

Cosa sono i fiumi, come si formano e come si classificano.

Cosa sono i Fiumi?

I Fiumi sono corsi d’acqua continui che scorrono in superficie ma, a volte, possono essere parzialmente sotterranei.
I Fiumi possono essere alimentati dallo scioglimento di nevi o ghiacciai, da falde idriche sotterranee o dalle precipitazioni piovose.

Il punto in cui il Fiume nasce viene chiamato sorgente e gli altri corsi d’acqua che si uniscono ad esso durante il suo percorso verso il basso, affluenti. Il punto in cui il Fiume sbocca si chiama foce.

La Foce può essere:

  • Semplice
  • a Delta (quando il fiume non entra nel mare in modo diretto ma si divide in tanti fiumi più piccoli)
  • a Estuario (quando il fiume per entrare nel mare non si divide ma entra formando una specie di imbuto)

I fiumi alpini

Le sorgenti dei Fiumi Alpini si trovano nelle Alpi (tra le principali Catene Montuose Italiane), essi sono sempre ricchi d’acqua perché vengono alimentati dallo scioglimento dei ghiacciai, dalla neve e dalle frequenti piogge che cadono nella zona delle Alpi.

I fiumi appenninici

I Fiumi Appenninici sono poveri d’acqua, poiché ricevono acqua solo dalle piogge essendo queste delle montagne prive di ghiacciai. Essi hanno dei corsi d’acqua maggiori solo in Autunno ed Inverno, stagioni in cui piove di più. 

I fiumi in italia

Il Fiume più lungo d’Italia è il Po, che scorre per 652 chilometri lungo la Pianura Padana. Mentre il Fiume più corto d’Italia è l’Aril, lungo solo 175 chilometri.

Altri Fiumi Italiani importanti sono:

  • l’Adige (che attraversa Trentino-Alto Adige e Veneto con i suoi 410 chilometri)
  • il Tevere (che attraversa Emilia-Romagna,Toscana, Umbria e Lazio con i suoi 405 chilometri)
  • l’Adda (che attraversa la Lombardia con i suoi 313 chilometri)
  • l’Arno (che attraversa la Toscana con i suoi 241 chilometri)
  • il Reno (che attraversa Toscana ed Emilia-Romagna con i suoi 210 chilometri)