Geografia

  • Materia: Geografia
  • Visualizzato: 644 volte
  • Data: 2014-10-21
  • Autore: valeria nisticò

La regione equatoriale: Kenya

Gli aspetti fisici, antropici, climatici ed economici del Kenya.

Kenya: aspetti fisici e antropici

Il Kenya confina con l’Etiopia, la Somalia, la Tanzania, l’Uganda, il Sudan ed è bagnato dall’Oceano Indiano.
Conta una popolazione di 41.609.700 (nel 2011) abitanti il cui numero è in crescita.

Il territorio del Kenya è costituito prevalentemente da altopiani ed il clima più diffuso è di tipo tropicale che dà luogo alla savana.

Soprattutto sugli altipiani il paesaggio vegetale diventa come un immenso parco, formato da formazioni erbacee quasi continue cosparse di alberi dalla fitta chioma quali baobab, euforbie e piante grasse.

Aspetti politici ed economici del Kenya

La capitale è Nairobi, la lingua ufficiale è il kiswahili e le religioni più diffuse sono l’animista e la cristiana.

Il Kenya era una colonia britannica ed è una Repubblica indipendente dal 1963.
E’ membro dell’ONU e dell’OUA.

Il Kenya è uno dei Paesi più poveri del mondo.

L’agricoltura è fatta di suoli arativi e colture arborescenti, prati e pascoli permanenti e foreste.
I prodotti maggiormente coltivati sono mais, patate, grano, sorgo, caffè. tè, legname.

Sugli altipiani, l’attività maggiormente svolta è l’allevamento, al quale si dedicano in particolare i Masai. Essi sono un gruppo di pastori-guerrieri.

Si allevano per lo più bovini, caprini, ovini e cammelli.

La pesca riveste una discreta importanza nell’economia del Paese ed è praticata con mezzi rudimentali.

Anche il turismo ha la sua importanza.

L’industria è in via di espansione.