Scienze

  • Materia: Scienze
  • Visualizzato: 1669 volte
  • Data: 2014-10-07
  • Autore: eliana ardizzone

Molluschi e vermi

I molluschi acquatici e terrestri e i tre tipi di vermi: platelminti, nematodi e anellidi.

I molluschi

I molluschi costituiscono un vasto gruppo di animali dalle abitudini molto diverse: infatti,per la maggior parte vivono nelle acque dolci, mentre altre specie sono capaci di vivere all’asciutto. 

Un mollusco terrestre: la chiocciola

Il corpo della chiocciola è formato da alcune parti: un capo, sormontato da piccoli e caratteristici tentacoli, nel quali compaiono gli occhi. Nel capo si trovano anche la bocca e alcune formazioni di cellule nervose. Vi è poi un tronco formato a sua volta da una parte muscolare (chiamata piede) e da una parte soprastante a forma di sacco. Il piede permette all’animale di muoversi strisciando sul terreno: la parte fatta da un sacco contiene varia apparati come quello digerente e respiratorio;tutto questo è protetto da una conchiglia calcarea di varia forma e colore. 

Molluschi acquatici

È nell’ambiente acquatico e in particolare nel mare che i molluschi raggiungono le più grandi dimensioni. Alcuni molluschi acquatici possono avere, come la chiocciola, un solo guscio o valva, o avere due valve, come per esempio le ostriche. Anch’essi possiedono un piede che permette loro un certo movimento. La respirazione avviene mediante due branchie a forma di pettine. Essi devono quindi ingerire piccoli frammenti di origine animale o vegetale che introducono all’interno dell’organismo con grandi quantità d’acqua. Tra  molluschi più conosciuti e più evoluti vi sono le seppie, i calamari e i polpi. 
 

I vermi

I vermi devono essere descritti separatamente, in tre gruppi distinti:

  • platelminti
  • nematodi
  • anellidi

Platelminti

Al gruppo dei platelminti appartengono molte specie acquatiche e alcune parassite, come le tenie, parassiti anche dell’uomo, il corpo di questi vermi è un sacco lungo e sottile con un’unica apertura che serve per ingerire l’alimento e per espellere i rifiuti. L’estremità del corpo dove è collocata tale apertura è chiamata scolice ed è provvista di uncini o ventose che permettono di aderire saldamente alla parete intestinale dell’organismo che li ospita. La parte terminale è invece costituita da segmenti chiamati proglottidi che si staccano e vengono emessi con le feci. 

Nematodi

I vermi cilindrici o nematodi, esistono in forme libere acquatiche e parassite,il loro apparato digerente possiede due aperture,una iniziale(bocca) e l’altra terminale (ano).

Anellidi

Il gruppo degli anellidi è così chiamato perché vi appartengono vermi il cui corpo è formato da tanti anelli o segmenti. Vi sono anellidi parassiti come le sanguisughe che succhiano il sangue di vari animali, altri vivono in mare; altri si trovano nel terreno come il lombrico.