Grammatica

  • Materia: Grammatica
  • Visualizzato: 862 volte
  • Data: 2014-08-30
  • Autore: Redazione

Cos'è il nome

Introduzione al nome: definizione e in base a che cosa vengono classificati i nomi.

I nomi (o sostantivi) sono le parole che servono ad indicare le cose, tutte quelle che esistono o che possiamo immaginare: persone, animali, oggetti, idee, sentimenti, azioni, fatti, luoghi.

Deriva dal latino substantia = sostanza, essenza, ciò che esiste nella realtà o pensiero.

Il nome è una parte variabile del discorso.

Es. Il gatto, vedendo tornare a casa la sua padrona, iniziò a farle le fusa. (gatto, casa, padrona, fusa sono nomi o sostantivi).

Il numero dei nomi è illimitato; per soddisfare le esigenze di chi parla vengono creati continuamente i cosiddetti neologismi (parole nuove). Altri nomi, col passare del tempo, scompaiono perché desueti e perché vengono rimpiazzati da termini più moderni. Il nome, tra le parti del discorso, è quello che segue maggiormente l’evoluzione della lingua.

Si classificheranno i nomi secondo:

  • il significato
  • l’aspetto morfologico
  • la struttura
     
 SIGNIFICATO  ASPETTO MORFOLOGICO STRUTTURA

concreti

astratti

maschili

femminili

primitivi

derivati

comuni

propri

singolari

plurali

alterati: diminutivi, vezzeggiativi, accrescitivi, dispregiativi

individuali

collettivi

  composti