Grammatica

  • Materia: Grammatica
  • Visualizzato: 5980 volte
  • Data: 2014-09-05
  • Autore: Redazione

Nomi composti

Cosa sono e come si formano i nomi composti.

I nomi formati dall’unione di due parole indipendenti sono detti nomi composti. Es. “maremoto” < “mare” + “moto”.

Per la formazione del plurale non vi è una regola fissa, pertanto è bene sempre consultare un vocabolario.

  • Plurale normale: “il biancospino” / “i biancospini”
  • Plurale particolare: “la cassaforte” / “le casseforti”
  • Plurale dei nomi composti con “capo”: “il capoclasse” / “i capiclasse”; “il capolavoro” / “i capolavori”
     
Parte del discorso Esempio
Nome + nome Foto + reporter > fotoreporter
Nome + aggettivo o viceversa

Grano + turco > granoturco

Buon + gusto > buongusto
Aggettivo + aggettivo Sordo + muto > sordomuto
Aggettivo + verbo Quieto + vivere >quietovivere
Verbo + verbo Sali + scendi > saliscendi
Verbo + nome Cava + tappi > cavatappi
Verbo + avverbio o viceversa

Butta + fuori > buttafuori

Bene + stare > benestare
Avverbio + aggettivo Sempre + verde > sempreverde
Preposizione + nome Con + suocera > consuocera
Nome + preposizione + nome Capo + d’ + anno > capodanno


Esistono, infine, dei nomi composti da due parole distinte che non si fondono o rimangono separate da un trattino: questi sono i nomi abbinati

Es. al singolare “donna cannone”, “vagone-letto, ecc.
Es. al plurale “donne cannone”, “vagoni-letto”, ecc.