Geografia

  • Materia: Geografia
  • Visualizzato: 1167 volte
  • Data: 2014-10-13
  • Autore: valeria nisticò

Oceania

Si riassumono le caratteristiche fisiche, politiche e antropologiche dell'Oceania.

OCEANIA: CARATTERI GENERALI

L’Oceania è posta nell’emisfero meridionale della Terra agli antipodi dell’Europa, infatti al mezzogiorno dell’Europa corrisponde la mezzanotte dell’Oceania e all’inverno corrisponde l’estate.
La principale caratteristica di questo continente è che esso si compone di una serie di isole, alcune molto grandi, altre molto piccole.
Fanno parte dell’Oceania i seguenti stati: Australia, Figi, Kiribati, Marshall, Micronesia, Nauru, Nuova Zelanda, Papua Nuova Guinea, Salomone, Tuvalu, Tanga, Vanuatu.
La superficie è di 8941601 km², distribuita su un’area di circa 70 milioni di km².

LE ISOLE

Le isole che compongono l’Oceania sono: 

  • l’Australia, che può quasi considerarsi un vero e proprio continente
  • la Nuova Guinea
  • la Tasmania
  • l’Isola del Nord della Nuova Zelanda
  • l’Isola del Sud della Nuova Zelanda
  • una serie di arcipelaghi: la Polinesia, la Melanesia e la Micronesia

Dal punto di vista fisico appartengono alla Polinesia le Samoa, le Cook, le Sporadi, le Hawai e l’Isola di Pasqua.
Alla Melanesia appartengono invece le isole Salomone, le Figi, le Nove Ebridi, le Bismark e la Nouva Caledonia.
La Micronesia è formata da isole di dimensioni molto piccole: le Marianne, le Caroline, le Marshall, le Ellice e le Gilbert.
Dal punto di vista politico alcune grandi isole sono diventate Stati indipendenti, altre sono territorio francese, altre appartengono agli Stati Uniti o al Regno Unito.

CATENE MONTUOSE

Il monte più alto dell’Australia è il Kosciusco, mentre in Nuova Guinea si trovano le vette più alte dell’Oceania, le Castensz. Meno alti sono i rilievi della Nuova Zelanda come il Monte Cook.
Si nota poi la presenza di molti vulcani ancora attivi come per esempio quelli delle Hawaii: il Mauna Kea e il Mauna Loa.

LAGHI E FIUMI

L’Oceania è generalmente povera di acque dolci superficiali ma ci sono molte falde sotterranee.
Molti sono i laghi sia in Nuova Zelanda sia in Nuova Guinea ma il più grande si trova in Australia: l’Eyre.
I fiumi più importanti dell’Oceania sono il Murray-Darling, in Australia, il Waikato in Nuova Zelanda, il Fly in Nuova Guinea e il Derwent in Tasmania.

IL CLIMA DELL'OCEANIA

Essendo situata nell’area equatoriale e tropicale, l’Oceania gode di temperature medie elevate.
La quantità delle piogge varia a seconda dei venti e della zona.
Comunque si nota una notevole variazione di paesaggi e situazioni climatiche.
La flora e la fauna sono del tutto caratteristiche.
Esistono in Oceania specie vegetali uniche al mondo e, mentre mancano i grandi mammiferi presenti negli altri continenti, ci sono specie particolari come il canguro e il koala e molte specie di uccelli.

GLI UOMINI DELL'OCEANIA

Gli aborigeni australiani hanno caratteri fisici del tutto peculiari. Attualmente questo gruppo etnico è ridotto all’1% della popolazione dell’Australia.
In Nuova Zelanda invece risiedono i Maori e ne rappresentano circa il 9% degli abitanti mentre in Nuova Guinea risiedono i Papua, suddivisi in molte comunità tribali.

La lingua più diffusa è l’inglese ma, in alcune zone, si parla anche il francese insieme agli idiomi locali.

La religione più praticata è quella cristiana.

L’allevamento di ovini, bovini, equini e suini è la maggiore risorsa economica di Australia e Nuova Zelanda, minore peso ha invece l’agricoltura che comunque è sufficiente a soddisfare i fabbisogni della popolazione. Si coltivano per lo più canna da zucchero, grano e altri cereali, cocco e caffè.

La pesca è molto praticata in Nuova Zelanda e in Australia. Queste sono anche molto ricche di risorse minerarie.