Scuola Media

  • Pubblicato il:
  • Scritto da: Redazione

Parti variabili e invariabili: nomi, aggettivi, articoli, pronomi

Le parti del discorso sono classificate in parti variabili e invariabili del discorso.
 

Parti variabili del discorso 

Sono quelle parole che sono formate da una radice fissa + una desinenza variabile. Es. “giostr-a, giostr-ina, ecc.”.

Esempi specifici

Articoli: Il, lo, la, un, una, dei, ecc.

Nomi: cane, gatto, borsa, cuore, calendario, ecc.

Aggettivi: bello, brutto, buono, cattivo, dolce, amaro, ecc.

Pronomi: tu, voi, che, noi, colui, ecc.
 

Parti invariabili del discorso

Sono quelle parole che hanno una struttura fissa. Es.“Sempre”

Esempi specifici

Congiunzioni: o, e, perché, perciò, ecc.

Avverbi: dopo, giustamente, ecc.

Preposizioni: di, a, da, dal, dallo, con, ecc.

Interiezioni: Oh!, Ahi!, Urrà!, ecc.
 

Parti variabili del discorso

Parti invariabili del discorso

Articoli

Nomi

Verbi

Aggettivi

Pronomi

Congiunzioni

Avverbi

Preposizioni

Interiezioni

 

 

Non perderti tutte le guide e le delucidazioni sugli errori grammaticali più comuni e le forme giuste da utilizzare nelle diverse occorrenze:

Commenti

Commenta Parti variabili e invariabili: nomi, aggettivi, articoli, pronomi.
Utilizza FaceBook.