Grammatica

  • Materia: Grammatica
  • Visualizzato: 551 volte
  • Data: 2014-10-08
  • Autore: francesca robertiello

I pronomi indefiniti

I pronomi indefiniti indicano in modo impreciso o generico l’identità o la quantità della persona, della cosa specificate dal nome che sottintendono. Ecco come riconoscerli.

I pronomi indefiniti indicano in modo impreciso o generico l’identità o la quantità della persona o della cosa specificate dal nome che sottintendono e riprendono, o di cui fanno le veci.

Esempio:

“Ho preso questi limoni dal mio albero, ecco perché alcuni ti sembreranno imperfetti”.

Quali sono i pronomi indefiniti?

Poco, alquanto, parecchio, tanto, altrettanto, molto, troppo, tutto, nessuno, alcuno, ciascuno, taluno, altro, diverso, vario, tale, certo, ecc. oltre ad essere pronomi indefiniti sono anche aggettivi indefiniti e nell’uso presentano le stesse caratteristiche degli aggettivi corrispondenti.

Pronomi e aggettivi indefiniti: differenze

Aggettivi indefiniti

Pronomi indefiniti

Accompagnano il nome

Fanno le veci del nome

Non ho avuto modo di parlare con nessun parente.

Non ho avuto modo di parlare con nessuno.

Mi daresti un’altra penna?

Questa penna non scrive: me ne daresti un’altra?

Ho mangiato tutta la pasta.

Non c’è più pasta: l’ho mangiata tutta.

 

Forme con funzione di pronome indefinito

Altre forme hanno solo la funzione di pronomi:

  • Uno/a: Es. “Ieri sono uscito con una”. (Indica la singola persona, ma non la sua identità)
     
  • Qualcuno/a: Es. “Qualcuno di loro era presente alla conferenza”. (Indica in maniera generica una persona o una quantità esigua di persone o cose)
     
  • Ognuno/a: Es. “Ognuno di voi dovrà portarsi dietro il pranzo”. (Indica ciascuno degli elementi di un gruppo)
     
  • Chiunque: Es. “L’avrebbe capito chiunque”. (Chiunque = qualunque persona)
     
  • Qualcosa: Es. “Facciamo qualcosa di divertente?”. (Qualcosa = una cosa o qualche cosa)
     
  • Checché Es. “Checché se ne dica, questo film mi è piaciuto molto”. (Checché = qualunque cosa che)
     
  • Alcunché: Es. “Non capisco alcunché del suo atteggiamento” / “Nel suo discorso c’era alcunché di gioioso”. (Nelle frasi negative = nulla, in quelle positive = qualcosa)
     
  • Niente/Nulla: Es. “Niente potrà fermarci”, “Quella ragazza non ha timore di nulla”. (Niente/nulla = nessuna cosa)