Temi svolti

  • Materia: Temi svolti
  • Visualizzato: 1161 volte
  • Data: 2014-10-09
  • Autore: ilaria fabiano

Tema su un romanzo d'amore

Tema svolto su un romanzo d'amore letto da poco.

Traccia:

Parla di un romanzo d'amore che ti ha particolarmente colpito.

Svolgimento:

Il mio romanzo d’amore preferito è “Tre metri sopra il cielo”, scritto da Federico Moccia, del quale hanno fatto anche un film, diventato famoso. I personaggi principali su cui ruota la trama  sono Babi e Step. Babi è una ragazza bella, dai capelli biondi e gli occhi azzurri, appartenente ad una famiglia ricca  e frequenta l'ultimo anno di liceo classico. Step al contrario viene descritto come un ragazzo violento, prepotente, amante di sé e delle moto,  ed anche lui è appartenente da una famiglia ricca. Una mattina romana, i due fanno il loro incontro, mentre Babi sta andando a scuola accompagnata dal padre, quando ad un cavalcavia si accosta Step con la sua moto. Appena vede Babi le chiede di marinare la scuola, ma la ragazza non lo ascolta e va a scuola come se nulla fosse. Arrivata a scuola racconta l'accaduto alla sua migliore amica nonché compagna di classe: Pallina. Una sera Babi e Pallina si recano ad una festa, a questa festa Babi viene accompagnata da Chicco Brandelli, suo momentaneo fidanzato; inaspettatamente arrivano alla festa Step ed alcuni suoi amici, ed iniziano a creare confusione. In quegli attimi di confusione Pallina conosce Pollo, il miglior amico di Step. Step invece, riconosce tra gli invitati Babi, le si avvicina e cominciano a discutere. Babi gli chiede di andarsene, ma nulla, per cui gli versa addosso un bicchiere di champagne, e Step per tutta risposta prende in braccio la ragazza e la porta nella doccia bagnandola tutta; nel frattempo Chicco chiama la polizia, e così scappano via tutti.
Chicco decide di accompagnare Babi a casa, ma Step e i suoi amici lo seguono  e cominciano a distruggergli l'auto. Chicco, giunto in una piazza, p costretto a fermarsi e scoppia una rissa tra lui e Step. In quel momento passa un signore che tenta di dividere i due ragazzi, ma nel cercare di fermare Step, quest’ultimo gli dà una capocciata, spaccandogli il setto nasale. L'uomo e Chicco spaventati prendono la loro auto e se ne vanno, lasciando lì Babi. Step e Babi iniziano a litigare, lui però l’accompagna a casa. Intanto da quella sera Pallina e Pollo iniziano a piacersi, e all'uscita della scuola Pallina va a pranzo con Pollo, che l'attende lì insieme a Step; qualche giorno dopo Pallina si mette insieme a Pollo, il quale frequenta, con Step, corse clandestine di moto, nel luogo chiamato serra. Una sera Pollo invita Pallina ad andare con lui alle corse, Pallina accetta il suo invito e per andarci fa credere alla madre che avrebbe dormito da Babi. Quella sera la madre di Pallina chiama a casa di Babi e quest'ultima è costretta ad andare alla serra, per avvisare Pallina. Arrivata alla serra, Pallina chiede a Babi di restare. Durante la gara però arriva la polizia e tutti i partecipanti scappano. In quella confusione i poliziotti stanno per prendere Babi, quando arriva Step che la prende con sè sulla moto. Step porta Babi a casa, mentre lei lo sta per baciare, Step comincia a prenderla in giro, perché, fin quel momento, non aveva fatto altro che insultarlo, così i due si lasciano in modo brusco. Ma Step non si dià per vinto e la corteggia in tutti i modi, facendole trovare una foto, fuori dal balcone, con loro due sulla moto. Babi si innamora sempre di più di lui, ma i genitori avendolo scoperto, decidono di non permettergli di vederlo. Solo il padre a un certo punto del romanzo decide di conoscere veramente il ragazzo, con una partita a biliardo. La parte più romantica è quella in cui Step fa saltare la scuola a Babi e la porta in un castello chiuso sul mare, e lì i due si amano. Sempre più felici, una sera però succede un fatto bruttissimo, Pollo perde la vita, facendo le gare nella serra, e Babi decide da quel momento di chiudere con Step e anche con Pallina. Non c'è più nulla da fare, e i due si lasciano per sempre, sotto la pioggia vicino il portone di casa di lei.