Temi svolti

  • Materia: Temi svolti
  • Visualizzato: 10803 volte
  • Data: 2014-09-28
  • Autore: Redazione

Tema su una fiaba

Temi svolti scuola media. Tema svolto su una fiaba, per la prima media.

TEMA SVOLTO SCUOLA MEDIA SULLA FIABA: TRACCIA. Tema svolto su una fiaba per la scuola media. Ricordi una fiaba che i nonni  i genitori ti hanno raccontato quando eri piccolo? Raccontala e spiega che cosa ti colpiva di più da bambino.
 

TEMA SU UNA FIABA: SVOLGIMENTO. Ricordo quando ero bambino che chiedevo sempre a mio padre una fiaba prima di andare a dormire, e mi raccontava quella del “Vaso fatato”. Tre sorelle vivevano insieme, filavano il lino, guadagnandosi da vivere. La più giovane era la più veloce, filava da sola, e ogni tanto con il denaro che guadagnava andava al mercato per comprare qualcosa per sé. Un giorno mentre stava tornando dal mercato con un vecchio vaso d’alabastro, le sorelle maggiori si adirarono violentemente, e la maltrattarono per questo suo acquisto. Ma non sapevano che il vaso in realtà fosse fatato, e da quel momento lei non ebbe più bisogno di guadagnare denaro filando, perché questo vaso provvedeva a vestirla, a farla mangiare e bere, qualsiasi desiderio, lui lo esaudiva. Temendo la gelosia delle sorelle, però, lei fingeva di vivere dei loro avanzi, e di vestirsi con gli abiti già usati; ma quando restava sola si rifaceva con l’aiuto del suo prezioso vaso. Un giorno alla Corte del re ci fu una grande festa, e vennero invitate anche le tre sorelle, perché anche se oramai povere, erano di nobile stirpe e di bella presenza. Le due sorelle maggiori si vestirono e si acconciarono con i vestiti migliori, e andarono a palazzo, lasciando la più giovane a casa. Quando uscirono, la giovane chiese al suo vaso, un vestito verde, rosso e bianco, dei gioielli, e tutto ciò che servisse per poter fare bella figura alla festa. Così agghindata andò al palazzo, nessuno la riconosceva, e la sua bellezza la fece distinguere dalle altre. Quando si accorse che la festa stava per terminare, fuggì via di corsa, ma nella fretta, attraversando il cortile del palazzo, lasciò cadere uno dei bracciali di diamanti nel secchio pieno d’acqua dove si abbeveravano i cavalli del re. L’indomani mattina, quando i cavalli andarono a bere, nessuno di loro, riusciva ad avvicinarsi al secchio, e spaventati indietreggiavano. I servi cercavano di capire cosa potesse dar fastidio ai cavalli e guardarono dentro il secchio, vedendo il bracciale di diamanti, che con il suo splendore, aveva terrorizzato i cavalli. Il figlio del re, che era lì vide il bracciale e disse al padre che voleva assolutamente sposare la donna alla quale apparteneva quello splendido oggetto. Mandarono i messaggeri e finalmente dopo quindici giorni, arrivano in casa delle tre sorelle, provarono il bracciale e si accorsero che si adattava benissimo al polso della minore. Fu annunciato il matrimonio e dato inizio ai festeggiamenti. Ma dopo essersi lavata, le sorelle vollero quasi per forza farle l’acconciatura con spilloni a forma di piuma. Quando l’acconciatura magica fu terminata, e l’ultima piuma conficcata, la fanciulla si trasformò in una tortorella con un ciuffo sul capo, e fuggì via in volo dalla finestra. Tutti i giorni si andava a posare sulla finestra del suo promesso sposo, che soffriva tantissimo per il suo amore. Il principe allora consultò una maga e decisero di catturare la tortorella e le tolse la spilla che aveva, così lei potè riprendere le sembianze umane e sposare il principe vivendo felici e contenti, perdonando le sorelle e dandogli un marito. Quando ero piccolo mi piaceva molto la parte del principe che aspettava il suo amore, perché era molto forte e voleva solo lei, imparando che quando ci tieni a una cosa devi lottare sempre e non perdere la speranza.


Leggi gli altri! Temi svolti scuola media

Hai bisogno di altri riassunti o temi svolti? Iscriviti al gruppo SOS compiti: riassunti e temi svolti