Temi svolti

  • Materia: Temi svolti
  • Visualizzato: 9655 volte
  • Data: 2014-09-23
  • Autore: Redazione

Tema su uomo e ambiente

Tema svolto su uomo e ambiente per la seconda media.

Traccia:

Oggi l'uomo domina sull'ambiente, ma nulla può fare alle forze devastanti della natura. Alla luce degli ultimi episodi accaduti anche nel nostro Paese, rifletti ed esponi le tue considerazioni.

Svolgimento:


Al giorno d’oggi l’uomo vuole dominare sull’ambiente, ma nulla può fare alle forze devastanti della natura. Dobbiamo prestare molta più attenzione di quanto non abbiamo fatto in passato alla salute della natura, indispensabile per la nostra vita. In passato infatti aria, corsi d’acqua, mare, montagne, foreste non possono essere danneggiate gravemente, o addirittura eliminate, perché la storia ha dimostrato che la conquista di questi territori si può riversare contro l’uomo, portando gravi conseguenze, quando è la natura stessa a ribellarsi. Sono un appassionato di documentari infatti e spesso vedo quanto l’uomo sta mettendo in pericolo gli stessi animali, portando addirittura alcuni al rischio di estinzione. Non solo anche i gas tossici sprigionati dalle nostre macchine, continuano a far avanzare il cosiddetto buco dell’ozono, a farci venire tumori e malattie gravi, ma forse se non avessimo una macchina a persona, tutto ciò si potrebbe limitare, o usando a volte la bici che fa bene sia per la salute nostra che quella dell’ambiente, come spesso vediamo nei paesi del nord Europa. Ed evitare di costruire magari dove la natura si potrebbe riprendere il suo naturale territorio? Si potrebbe fare, infatti molti sono gli esempi di catastrofi naturali che hanno portato morte e sofferenza all’interno della nostra nazione. Nel sud Italia, dalla Sicilia fino alla Campania, abbiamo assistito negli ultimi decenni a distruzioni di paesi, città e campagna, a volte anche camping, per colpa dell’uomo che costruisce sui corsi d’acqua, in maniera abusiva, senza permessi legali o falsi, per guadagnare soldi, piuttosto che pensare alle povere persone, che spesso svegliate di notte, sono dovute scappare e ritrovarsi senza casa, a chi gli è andato bene. altri hanno perso la vita. Ma l’avvenimento più brutto è stato il terremoto dell’Aquila del 2009, dove una casa di studenti, edificio anche recente, costruita non a norma, non ha retto al terremoto violentissimo e i ragazzi svegliati nella notte, alcuni sono riusciti a scappare, per altri non c’è stato nulla da fare. Se l’uomo non avesse risparmiato nella costruzione e avesse rispettato tutte le norme di sicurezza, magari questi ragazzi si sarebbero potuti salvare in qualche modo. Lo stesso Vesuvio, che è un vulcano non attivo al momento, ma con molte probabilità di poter riattivarsi, ha molte case intorno,  e paesi vicini, dove non dovrebbero stare, ma l’uomo incompetente, fregandosene di questo grande pericolo, ha costruito comunque. Semmai succederà che il vulcano si sveglierà, quella sarebbe davvero una grande tragedia, perché poche sono le vie di fuga. Tanti e troppi potrebbero essere gli esempi delle forze devastanti della natura sull’uomo, egli non la può dominare e ancora al giorno d’oggi non l’ha capito. Egli infatti deve imparare a convivere con la natura senza danneggiarla e ad organizzarsi l’ambiente nel quale vive nel modo più razionale possibile, visto che le scoperte scientifiche e gli studi fatti sono tantissimi. Cerchiamo tutti insieme, anche noi piccoli, di voler bene al nostro ambiente, di coccolarlo e amarlo perché è l’unico modo per salvare la vita sia a noi che alle prossime generazioni.