Temi Terza Media

  • Materia: Temi Terza Media
  • Visualizzato: 24373 volte
  • Data: 2014-09-25
  • Autore: Redazione

Tema sull'inquinamento

Tema svolto sull'inquinamento per gli Esami di Terza Media.

Traccia:

Parla dell'inquinamento ed esprimi il tuo pensiero a riguardo.

Svolgimento:

Negli ultimi anni, secondo me, gli esseri umani stanno diventando un pericolo per la Terra e quindi per tutto l’Universo. 
Spesso abbiamo sentito parlare di problemi come l’effetto serra o il buco dell’Ozono e ci è stato spiegato che, molto probabilmente, questi sono dovuti al problema dell’inquinamento.
Una delle principali cause di questo problema sono le fabbriche che continuamente riempiono l’ambiente di sostanze tossiche ma anche ogni singolo cittadino ha la sua parte di colpa.
Se per esempio pensiamo a tutta la plastica o cose del genere che ognuno di noi consuma e butta ci rendiamo conto che siamo tutti colpevoli.
Io ci ho riflettuto molto e penso due cose: la prima è che forse l’inquinamento è dovuto al fatto che la gente, da qualche decina di anni, ha cominciato a stare meglio e quindi può comprare più cose e di conseguenza ne deve buttare di più. 
Per esempio mio nonno mi racconta che la sua famiglia, quando lui aveva la mia età, aveva serie difficoltà ad arrivare a fine mese e che avevano tutti un solo paio di scarpe e a volte neanche quello.
Perciò figuriamoci se potevano buttare qualcosa, anzi se la conservavano il più possibile.
Soprattutto non si buttava mai la roba da mangiare, avevano quasi tutti le galline e se proprio loro non mangiavano qualcosa almeno gliela davano alle galline.
Oggi non è più così e sprechiamo molte più cose perché possiamo permettercelo.
In ogni caso non è giusto. Inoltre penso che senza fabbriche non potremmo sopravvivere perché tante cose non ce le avremmo. L’altra cosa che penso è che comunque io non avrei voluto vivere ai tempi di mio nonno perché era tutto molto più difficile di oggi e tante cose che noi abbiamo loro se le sognavano. Però dovremmo cercare di non sprecarle.
Mia madre è molto attenta a questo e ci ha spiegato che ognuno di noi deve fare la sua parte altrimenti ben presto il nostro Pianeta inizierà a soffrire sul serio. Ci ha spiegato per filo e per segno tutto quello che dobbiamo fare per fare la raccolta differenziata e se sbagliamo si arrabbia perché ci tiene tantissimo. 
A me ogni tanto pesa perché devi separare tutto e devi stare attendo a dove butti quella tale cosa, però il lato positivo è che almeno te la vengono a prendere a casa la spazzatura e io non devo andare a buttarla come invece facevo prima.
A parte questo mia madre mi ha anche insegnato che ogni cosa che abbiamo, con un po’ di fantasia, può essere trasformata in un’altra molto più utile e ci ha spiegato che è questo il principio della raccolta differenziata. 
Così non si spreca niente, tutto torna ad essere utile e si inquina di meno.
Fare la raccolta differenziata diventa quindi indispensabile se la metti da questo punto di vista. E le persone che lavorano per fare  la raccolta differenziata in pratica fanno  quello che fa mia madre ogni giorno per divertirsi, però in grande.
Lei passa il suo tempo libero a trasformare gli oggetti, ora per esempio siamo pieni di posacenere che ha costruito lei, che nemmeno ci servono visto che i miei genitori non fumano. 
Però lei li regala alle sue amiche.
La cosa brutta è fare la spesa con mia madre perché è attentissima a cosa compra, da dove viene eccetera e cerca di comprare tutto senza plastica e dal salumiere ci stiamo una vita per farci incartare le cose senza plastica.
Però dice che anche questo è importante. 
Dice che ognuno dovrebbe comprare le cose che provengono dalla propria regione o da lì vicino, e che anche così si inquinerebbe di meno.
Mio padre è d’accordo con lei ma secondo me perché non la accompagna lui a fare la spesa.
Io però ho capito perfettamente l’importanza di non inquinare e di non sprecare le cose, soprattutto in questo momento di crisi, e mi impegnerò sempre per farlo.