Luigi Pirandello: biografia

“Io son figlio del Caos; e non allegoricamente, ma in giusta realtà, perché son nato in una nostra campagna, che trovasi presso ad un intricato bosco denominato, in forma dialettale, Càvusu dagli abitanti di Girgenti, corruzione dialettale del genuino e antico vocabolo greco Kaos”.

Luigi Pirandello nasce a Girgenti (attuale Agrigento) il 28 giugno 1867 e trascorre la sua infanzia nella cittadina siciliana. Frequenta la Facoltà di Lettere inizialmente a Palermo, poi a Roma e infine a Bonn, dove si laurea nel 1891. Torna a Roma e conosce Maria Antonietta, che sposerà a Girgenti nel 1894 e da cui avrà tre figli. In questi anni inizia a scrivere le prime novelle e i primi romanzi: la prima opera veramente importante però risale al 1904, anno in cui Il Fu Mattia Pascal inizià a essere pubblicato a puntate sulla Nuova Antologia. Nel 1903 un fatto grave sconvolse la famiglia Pirandello: mentre l’autore stava ultimando la scrittura del romanzo una frana allagò la zolfara di famiglia ad Aragona, determinando ingenti perdite economiche. Per sollevare le sorti economiche della sua famiglia, Pirandello inizia a scrivere numerose novelle e romanzi. Nel 1908, Pirandello presenta ufficialmente la sua poetica nel saggio L’umorismo. Durante gli anni della Prima Guerra Mondiale, lo scrittore lavora a molte delle sue opere teatrali, anche se il successo arriva nel 1921 con Sei personaggi in cerca di autore, una sorta di metateatro. E’ nell’Enrico IV, invece, che sviluppa la sua analisi sulle maschere. Nel 1926 viene pubblicato l’altro romanzo famoso di Pirandello: Uno, nessuno e centomila. Con l’avvento del fascismo, Pirandello aderisce inizialmente al Partito Nazionale Fascista. Nel 1934 Pirandello riceve il Nobel per la letteratura, ma allo stesso tempo non era più gradito nei circoli culturali. Lo scrittore si ammala di polmonite sul set cinematografico de Il fu Mattia Pascal e muore il 10 dicembre 1936 a Roma.

Leggi anche:

Tutte le opere di Luigi Pirandello

Ecco alcuni risassunti dei romanzi più famosi di Luigi Pirandello. Noi consigliamo sempre di leggere ma, cliccando sui link, avrai un immediato aiuto per i tuoi compiti:

Le Novelle di Pirandello

Novelle per un anno è la raccolta di circa 250 novelle scritte da Luigi Pirandello tra il 1884 e il 1936, raccolte in 15 volumi. Le più celebri e studiate a scuola le trovate qui, con il riassunto e l’analisi completa:

Opere teatrali di Luigi Pirandello

Ecco le opere più famose tratte dall’ampia produzione teatrale di Pirandello (molte opere sono tratte dalle omonime novelle).

  • Pensaci, Giacomino (1916)
  • Liolà (1916)
  • Così è (se vi pare) (1917)
  • Il berretto a sonagli (1917)
  • La giara (1917)
  • La patente (1918)
  • Il giuoco delle parti (1918)
  • Sei personaggi in cerca d’autore (1921)
  • Enrico IV (1921)
  • Ciascuno a suo modo (1924)
  • Questa sera si recita a soggetto (1930)

Umorismo, pessimismo e maschere: tutte le nostre risorse su Pirandello

Se hai bisogno di approfondire il periodo storico e letterario di Pirandello, la sua concezione della vita e della letteratura, la sua poetica, ecco tutte le nostre risorse per studiare: