Si scrive affianco o a fianco?

Mi camminerai per sempre affianco … o a fianco? Come si scrive? Ecco che salta fuori un altro dubbio! Non preoccupatevi, ci siamo noi di Studentville a risolvere  e chiarire tutti i vostri dubbi e tutte le vostre domande a cui non sapete dare risposta. Partiamo con una spiegazione breve e concisa che vi farà capire per bene come scrivere correttamente questa parola e nei periodi in cui inserirla senza commettere alcun errore grammaticale.

Non perderti: Come fare un buon tema: 19 errori di ortografia da evitare

Affianco o a fianco: ecco la forma giusta

Ora vediamo più da vicino quale forma va utilizzata e soprattutto se si tratta di due parole con significati diversi. Una delle due forme corrisponde alla prima persona singolare dell’indicativo presente del verbo “affiancare”, l’altra è una locuzione avverbiale:

  • Affianco è la prima persona singolare dell’indicativo presente del verbo “affiancare”.
  • A fianco e una locuzione avverbiale, costituita dalla preposizione semplice “a” e dal nome “fianco”: potete trovarla in frasi come “mi sono seduto a fianco a te”. Non ci sono forme alternative: questa è l’unica accettata. Utilizzare “affianco” se dobbiamo intendere “vicino” è dunque scorretto e l’errore può essere scorto da una persona attenta alla grammatica italiana. L’errore è confermato anche dalla Treccani e dall’Accademia della Crusca, e più di loro potremmo dire che non c’è assolutamente nessuno che può sindacare.

Affianco o a fianco: frasi ed esempi

Ora che sono chiare la forma corretta e il modo in cui questa va utilizzata cerchiamo di fare degli esempi pratici che vi chiariranno ancor di più le idee su queste due parole:

  • Ti affianco sempre nelle decisioni importanti.
  • Tizio è a fianco di Caio.

Leggi anche: