Amarcord: da Fellini a neologismo italiano

Amarcord“, diretto da Federico Fellini e uscito nelle sale nel 1973, è uno dei film cult della storia del cinema italiano. Il lungometraggio racconta la storia di un borgo di Rimini negli anni Trenta attraverso gli occhi del regista: non si tratta, quindi, di una ricostruzione documentaristica e asettica, ma di una visione sentimentale e quasi onirica dei ricordi di Fellini. La nota autobiografica si evince dal titolo stesso che deriva dall’espressione del dialetto romagnolo “a m’arcord” e che vuol dire “io mi ricordo“. La notorietà del film fu tale che il titolo dell’opera entrò ben presto nel linguaggio comune diventando un vero e proprio neologismo della lingua italiana usato con il significato di “rievocazione in fase nostalgica“.

Leggi anche:

Amarcord: significato

Così come l’atmosfera ricreata da Fellini nel suo film, ‘amarcord’ sta ad indicare un ricordo nostalgico del passato spesso ripreso in chiave ironica o sentimentale. Il concetto che esprime è, quindi, molto complesso e profondo e può essere utilizzato in vari contesti. A primo impatto potrebbe essere abbinato semplicisticamente all’idea di nostalgia, ma il suo significato ha una sfaccettatura diversa: mentre la nostalgia spesso include una vena rancorosa o dolorosa nei confronti di vicende passate, per amarcord si intende un ricordo nostalgico più delicato e intimo, a volte malinconico a volte ironico e scherzoso.

Amarcord: utilizzo nel linguaggio comune

Data la complessità del significato di ‘amarcord’, il termine risulta molto versatile e può essere utilizzato in contesti diversi. Nell’ambito quotidiano, lo si può usare quando si ascoltano i racconti dei parenti con frasi come “Mi sono emozionata ascoltando l’amarcord dei mie nonni“, o in riferimento a ricordi personali come “Durante la rimpatriata di classe ho fatto un lungo amarcord“. Il termine può essere sfruttato anche per introdurre il ricordo di un evento in particolare o di un arco temporale specifico: “Amarcord, quei favolosi anni Settanta“,  “Amarcord, quando la Rai si ascoltava in radio“,  “Amarcord, i cantanti che hanno fatto la storia del rock“.

Leggi anche: