Approposito o A proposito, si scrive tutto attaccato?

di enistico | 4 gennaio 2018

Approposito o A proposito? Come scrivere correttamente

Anche voi avete problemi con la grammatica italiana e spesso vi assalgono dubbi su come scrivere una parola? Non temete, non siete i soli, l’importante è capire dove si sbaglia, soprattutto quando si scrive, e non perseverare. Per evitare strafalcioni oggi chiariremo uno dei dubbi più frequenti: si scrive approposito o a proposito? Scopriamolo insieme.

Non perdete: Come fare un buon tema: 19 errori di ortografia da evitare

Approposito o A proposito?

L’italiano, lo sappiamo, è una brutta bestia: difficile e complicato. Per fortuna vi aiutiamo noi e oggi chiariremo una volta per tutte come scrivere nel modo giusto. Quindi, partiamo dalla domanda iniziale: si scrive approposito tutto attaccato o a proposito, staccato? Vi diciamo subito che in tempi lontani, la formula tutta unita, quindi approposito, era giusta perchè nasceva da una univerbazione tra le due parole. Oggi però non è più corretta e quindi non va affatto bene scriverla così tutta attaccata.

Come si scrive: Approposito o A proposito?

La grafia corretta è a proposito, non si discute! L’espressione serve a indicare un argomento che è affine a quanto si è detto in precedenza. Per esempio:

  • A proposito dell’altra sera, cosa si diceva riguardo alle vacanze estive?

Quindi, cari ragazzi, l’unica vostra possibilità di non sbagliare è scrivere staccato, ricordando che A è una preposizione e che non serve nessun raddoppiamento della P.