TEST PROFESSIONI SANITARIE 2017: COSA SAPERE SUL BANDO

Tutti gli aspiranti fisioterapisti, ostetrici, podologi, infermieri, igienisti dentali, dietisti e simili hanno una data da segnare sul calendario e un bando a disposizione con tutto quello che c’è da sapere: il test di ingresso 2017 di Professioni Sanitarie si terrà il 13 settembre 2017, come comunicato nella nota pubblicata il 1° marzo dal Miur, e le singole università dovranno attenersi alle direttive del Miur contenute nel bando pubblicato il 28 giugno. A differenza delle prove per l’accesso programmato a livello nazionale, come Medicina, Veterinaria ed Architettura, non è il Ministero dell’Istruzione a stabilire tutti i dettagli del test alla facoltà a numero chiuso. Nel caso del test di Professioni Sanitarie, il Miur disciplina solamente le regole generali con un bando al Test di Professioni Sanitarie, ma saranno i singoli Atenei, nel rispetto del regolamento ministeriale, a stabilire domande del test e funzionamento della graduatoria. Cosa significa questo? Che per Professioni Sanitarie, dovrai fare attenzione a ben due bandi: quello pubblicato dal Miur e quello reso noto dall’Università in cui ti vuoi iscrivere! Sei ancora confuso? Vediamo di chiarire ogni tuo dubbio: ecco tutto quello che c’è da sapere.

Tieni d’occhio la nostra guida alle date dei test d’ingresso: Test Ingresso 2017: il calendario

test professioni sanitarie 2017 bando miur

TEST PROFESSIONI SANITARIE 2017: QUANDO ESCE IL BANDO?

Come abbiamo visto, i bandi che dovrai consultare per iscriverti e affrontare il test a Professioni Sanitarie sono due: il bando del Miur e il bando delle singole Università.

  • Bando Professioni Sanitarie 2017 del Miur
    Il bando del Miur è uscito il 28 giugno, per cui le università sanno come procedere per emanare  propri bandi. Secondo il regolamento, il Miur deve pubblicare il bando almeno 60 giorni prima della data del test, 
  • Bando Professioni Sanitarie 2017 università
    Ogni università, dopo la pubblicazione del bando del Miur, ha pubblicato un proprio bando del Test di Professioni Sanitarie. Non c’è una data specifica, ma ormai tutti gli atenei hanno pubblicato il bando con tutto quello che c’è da sapere. Clicca sulla nostra guida per trovare quello che ti serve!

BANDO TEST PROFESSIONI SANITARIE 2017 MIUR: DOMANDE E INFORMAZIONI

Visto che abbiamo parlato di due bandi diversi, potrai essere confuso e a ragione. Quali indicazioni contiene il bando di Professioni Sanitarie che è stato pubblicato dal Miur? Il Ministero detta delle linee guida vincolanti sulla prova di ammissione, specificando: quanti sono i posti disponibili, quante saranno le domande, quali argomenti studiare e informazioni generali sulla graduatoria. Vediamole insieme nello specifico.

  • Test Professioni Sanitarie 2017: posti disponibili
    È il Miur a stabilire i posti disponibili per Professioni Sanitarie, pubblicando nel bando quanti posti ci sono negli atenei sparsi sul territorio nazionale per l’anno accademico 2017-2018 e come questi sono ripartiti tra i singoli atenei.
  • Domande test Professioni Sanitarie 2017
    Il bando del Miur stabilisce anche come è strutturata la prova d’ingresso ad accesso programmato. La prova sarà composta da 60 domande con 5 opzioni a risposta multipla a cui bisognerà rispondere in 100 minuti di tempo. I quesiti saranno ripartiti nel seguente modo:
    – 4 domande di cultura generale
    – 23 domande di logica
    – 15 domande di biologia
    – 10 domande di chimica
    – 8 domande di fisica e matematica

BANDO TEST PROFESSIONI SANITARIE 2017 UNIVERSITÀ: DOMANDE E INFORMAZIONI

Mentre il Miur con il bando del Test di Professioni Sanitarie detta le regole generali, bisogna attendere i bandi delle singole università per conoscere i dettagli sulla prova che dovrai sostenere. Tuttavia, è bene ricordare che gli Atenei, in ogni caso, hanno autonomia, ma non possono contraddire il regolamento stabilito dal Ministero. In particolar modo, ogni università stabilisce: come ci iscrive al testo, domande del test, risultati, graduatoria e scorrimenti.

  • Domande test Professioni Sanitarie 2017
    La struttura del quiz, così come i punteggi, è stabilita dal Ministero, ma la formulazione delle domande spetta alle singole università: non c’è quindi una prova a livello nazionale come avviene per Medicina, Veterinaria e Architettura.
  • Test Professioni Sanitarie 2017 soluzioni
    Dopo il test, ogni Ateneo pubblicherà le soluzioni al test, con tutte le domande e le risposte corrette, così che i candidati possano farsi un’idea sul risultato ottenuto.
  • Test Professioni Sanitarie 2017: risultati
    I risultati del Test di professioni Sanitarie verranno pubblicati secondo le date e le modalità stabilite dai singoli atenei. Scopri di più dando un’occhiata alla nostra apposita guida!
  • Test Professioni Sanitarie 2017: la graduatoria
    Il bando di ogni università conterrà anche le indicazioni sulle graduatorie e scorrimento, inclusa la data di pubblicazione. Chi totalizzerà un punteggio pari o superiore a 20 punti avrà diritto ad essere inserito nella graduatoria dell’università scelta, ma per poter immatricolarsi sarà necessario raggiungere una posizione utile, in quanto i posti sono pochi e il punteggio minimo non basta per entrare.

I singoli atenei stileranno due tipi di graduatorie:

  • Graduatorie per preferenze: l’ateneo tiene in considerazione prima le preferenze scelte dal candidato e poi il punteggio e stilerà graduatorie diverse per ogni corso di laurea secondo l’ordine di preferenza espresso da ciascun candidato.
  • Graduatorie per punteggio: l’università tiene in considerazione prima il punteggio ottenuto dai candidati, e poi le preferenze. L’università farà una graduatoria generale di merito secondo il punteggio ottenuto da ogni singolo candidato. I posti saranno assegnati a partire dall’aspirante matricola che ha ottenuto il punteggio più alto, seguendo poi l’ordine di preferenza espresso.