BUONGIORNO O BUON GIORNO: COME SI SCRIVE? 

Buongiorno!!! O buon giorno? Oh, anche per queste semplici affermazioni piene di ottimismo si sollevano dubbi grandi quando palazzi! A volte la grammatica italiana è proprio difficile, vero?
Noi della redazione di Studentville siamo qui per darvi una mano e risolvere ogni problema che si vede all’orizzonte, in modo da capire quale sia la formula giusta per non sbagliare più e oggi vi parleremo proprio di questa forma: si scrive buongiorno tutto attaccato, oppure si può scrivere anche staccato? Vediamolo subito!

Non perderti: Come fare un buon tema: i 19 errori di ortografia italiana da evitare

come si scrive buongiorno

SI SCRIVE BUONGIORNO O BUON GIORNO? 

I dubbi grammaticali sono la bestia nera di ogni studente, ma basta capire la regola che li governa ed il gioco è fatto.
Bene, non perdiamoci in chiacchiere e scopriamo qual è il modo giosto per scrivere questo saluto comunissimo. Partiamo col dire che entrambe le formule sono corrette, anche se è di gran lunga preferibile scrivere buongiorno tutto attaccato, fermo restando che se invece lo scrivete staccato, formando due parole, non è scorretto, ma è più adatto ad linguaggio comune, di tutti i giorni. Indaghiamo più a fondo, per capire meglio come utilizzare queste due forme. La prima,“Buongiorno”, si utilizza prevalentemente quando la parola funge da sostantivo. Esempio:

  • Perchè non mi hai dato il buongiorno?

In questo caso la parola è un sostantivo verbale ed è obbligatoriamente da unire. Nel caso in cui invece non funge da sostantivo, si può tranquillamente scrivere “Buon giorno” staccato, senza incorrere in gaffe grammaticali. Esempio:

  • Buon giorno mamma!

Perciò anche buon giorno staccato è corretto ed utilizzabile, ma la forma più corretta è buongiorno!

Scopri come risolvere altri dubbi grammaticali comuni e non commettere errori ortografici: