RECUPERARE I BRUTTI VOTI A SCUOLA IN UN MESE: COME SI FA?

Può capitare di incontrare delle difficoltà nei primi mesi dell’anno, e di arrivare alla pagella con delle insufficienze o, peggio, di rendersi conto troppo tardi che alla fine della scuola manca poco più di un mese e i brutti voti fioccano.
All'inizio a volte i professori tendono ad approssimare i voti per difetto e, d'altro canto, il tuo rendimento, tra la ripresa della scuola, la stanchezza autunnale e le vacanze di Natale può non essere stato ottimale. Non solo: se hai fatto passare del tempo potresti aver peggiorati la tua situazione.
L’importante, tuttavia, è mettersi sotto con lo studio appena possibile così da arrivare a giugno con voti più alti ed evitare di essere rimandato a settembre in alcune materie oppure essere perfino bocciato! È possibile recuperare a scuola in un mese? Certo che sì: l’importante è impegnarsi e crederci, oltre a seguire i consigli che noi ti daremo in quest’articolo. Forza e arrendersi mai!

Leggi anche: Come migliorare i brutti voti a scuola? Cambia metodo di studio!

Come recuperare a scuola in un mese i brutti voti

COME RECUPERARE I BRUTTI VOTI A SCUOLA IN UN MESE: TUTTI I CONSIGLI

Come riuscire a migliorare i propri voti scolastici in poco tempo? A volte basta davvero poco, c'è bisogno solo di alcuni piccoli accorgimenti. Vediamo insieme qualche dritta che può fare al caso tuo:

  • Individua l’origine del tuo problema. La prima cosa da capire riguardo ai brutti voti a scuola è la causa principale di questi. Non hai avuto voglia di studiare o hai problemi nello studio di una specifica materia? Studi tanto ma non riesci poi a memorizzare o a rendere durante verifiche e interrogazioni? Hai problemi d’ansia o di panico? Fare una piccola analisi personale è non solo segno di maturità, ma anche il principale passo da fare: se individui il problema, si può poi trovare una soluzione.
  • Parla con i tuoi professori. A questo proposito, cerca anche un confronto con i tuoi professori, chiedendo loro quali sono le tue lacune, su quali aspetti lavorare e come, chiedere consigli su come migliorare. Già il fatto di renderti propositivo, sarà visto bene dai tuoi insegnanti.
  • Elimina le fonti di distrazioni. Spesso e volentieri, il problema sta nelle eccessive distrazioni che ci impediscono di studiare bene. In classe stai attento, prendi appunti e ascolta l’insegnante (puoi anche registrare le lezioni se ti torna bene). A casa, invece, fatti una tabella di marcia per programmare lo studio giorno per giorno, prevedendo anche della pause. Nei momenti di studio, elimina tutte le fonti di distrazione: cellulari, pc, musica, messaggi, rumori, amici, animali, cibo, tv e tutto quello che ti distrae. Cerca di essere rilassato e di liberare la mente. Può interessarti: Metodo di studio: le 7 peggiori fonti di distrazione
  • Cambia metodo di studio. Eliminare tutte le distrazioni non è sufficiente? Allora, forse il problema sta nel metodo di studio. Forse non hai ancora trovato il metodo che fa per te. Inizia a provarne di alternativi, fino a quando non trovi quello che si addice a te. Vuoi consigli sul metodo di studio? Leggi qui: Come trovare metodo di studio
  • Prova nuove tecniche di memorizzazione. Anche la memorizzazione è una chiave importante per studiare bene. Esercitati con tecniche di memorizzazione veloce che ti aiuteranno a studiare molto in breve tempo. Per approfondire: Come studiare velocemente: 7 tecniche di memorizzazione molto efficaci
  • Frequenta corsi pomeridiani/ripetizioni. Le scuole, in genere, prevedono degli sportelli pomeridiani, ossia forniscono lezioni aggiuntive, per chi ha bisogno di recuperare alcune materie insieme agli insegnanti. Perché non provare? Il servizio è gratuito. In alternativa, puoi provare a studiare con un compagno che ha un buon metodo di studio o prendere delle ripetizioni (ma in genere sono a pagamento).
  • Fatti interrogare. Il tuo problema sono le verifiche scritte? Hai preso un brutto voto? Allora, cerca di rimediare subito. Chiedi all’insegnante di interrogarti nuovamente e darti una seconda possibilità.
  • Non essere ansioso. Alcune persone, poi, sono insicure e ansiose di natura. Tuttavia, si può cercare di non farsi prendere dal panico ogni volta che si deve affrontare una verifica o un’interrogazione. Preparati bene, ma non studiare la mattina o subito prima di un compito. Rilassati, mangia sano (ci sono alcuni cibi che aiutano a calmarsi) e parla anche ai professori dei tuoi blocchi. Cerca di fare attività fisica, di dare spazio alle tue passioni e di dormire bene durante la notte. Con piccoli accorgimenti, la tua vita scolastica migliorerà in un batter d’occhio!

Vuoi altri consigli? Leggi anche: