COME TROVARE LA VOGLIA DI STUDIARE: 10 DRITTE PER ESSERE MOTIVATI. Alzi la mano chi non si è mai posto questa domanda: Non ho voglia di studiare, come faccio? Il dovere di ogni studente è ovviamente quello di studiare, ma anche un buon soldato ogni tanto non riesce ad arrivare motivato sul campo di battaglia, nonostante l'importanza della guerra che sta combattendo. Se anche voi fate fatica ad aprire quel libro, se le pagine diventano pesantissime tra le vostre umani, se penne e matite appaiono affilate e pericolose come lame di coltelli, allora è il caso di rivedere il modo in cui vi rapportate allo studio e trovare una soluzione per tornare ad avere voglia di studiare. Eseguire degli esercizi di matematica o imparare la cronologia della Guerra dei Cent'Anni non sarà certo un'esperienza piacevole, ma cominciando ad adottare alcuni accorgimento potreste ritrovare un po' della motivazione persa.

Leggi anche: Perché non riesco a studiare? Cause e soluzioni

come trovare la voglia di studiare

COME AVERE VOGLIA DI STUDIARE: CONSIGLI PER CHI NON RIESCE A STUDIARE. Ecco allora 10 dritte utili su come trovare la voglia di studiare nei giorni più difficili:

  • Allestite il vostro spazio di lavoro: anche l'estetica svolge un ruolo fondamentale nella preparazione allo studio, per questo dovreste far sì che la vostra scrivania sia piacevolmente allestita, rilassante e priva di stress. Per far ciò potete accendere una candela o posare una piantina.
  • Struttura: difficilmente riuscirete a ottenere buoni risultati se la vostra area di lavoro è disorganizzata, confusionaria e caotica. Prendetevi cinque minuti per rimettere in ordine tutto il vostro materiale, e cercate di non mischiare il lavoro con il divertimento.
  • Datevi delle scadenze: segnate tutto ciò che dovete portare a termine con il calendario alla mano, oppure scrivete i vostri compiti della giornata su una tabella di marcia tracciata su un foglio. In questo modo avrete un colpo d'occhio immediato, ma anche una spinta in più per non distrarvi.
  • Confidatevi con qualcuno: sempre per lo stesso motivo, provate a illustrare a qualche vostro amico o conoscente ciò che dovete fare, e magari chiedete loro di farvi qualche domanda più tardi. In questo modo, se davvero avrete seguito il piano, non vi troverete a mentire o farvi trovare impreparati.
  • Preparate delle ricompense: datevi dei traguardi da raggiungere, e per ognuno di essi concedetevi una ricompensa. Può essere qualcosa di semplice come uno snack, oppure la visione di un episodio di una serie tv, basta che sia proporzionale allo sforzo compiuto.
  • Uscite di casa: qualche volta capita che l'ambiente di studio ideale non possa essere casa propria, perché piena di distrazioni o perché troppo noiosa. In questo caso potreste pensare di andare in biblioteca, oppure se è bel tempo potreste recarvi al parco e sdraiarvi sul prato.
  • Fate esercizio: prima di sedervi al tavolo e fiondarvi nei libri, attività che vi farà restare immobili a lungo, concedete al vostro corpo 10 – 20 minuti di esercizio, preferibilmente a corpo libero. Va bene anche un po' di yoga o una corsa veloce: vedrete che la vostra attenzione schizzerà alle stelle.
  • Fate delle pause: consiglio ovvio e banale, ma non potrete dare il meglio e non riuscirete a evitare di perdere interesse se non interrompete ogni tanto lo studio. Per non dimenticarvi di staccare ogni tanto, come capita quando è un compito ci assorbe molto, impostate degli allarmi a intervalli regolari sul vostro cellulare. Terminate il capitolo o l'esercizio e riposate per un po' la testa. Leggi qui per approfondire: Metodo di studio: come trovare la concentrazione
  • La musica giusta: alcune persone in realtà trovano che la musica sia causa di distrazione, ma se non siete tra esse dovreste prendervi del tempo per crearvi una vostra playlist di canzoni o album rilassanti (niente di troppo frenetico) da mettere in background a volume non elevato mentre studiate. Ecco alcun suggerimenti: Musica per studiare: 5 album da provare
  • Considerate i vantaggi: può essere che non riusciate a vedere l'utilità immediata delle vostre attività scolastiche, e allora in questi casi è fondamentale capire perché si sta studiando. Può trattarsi di avvicinarsi al lavoro dei sogni, oppure semplicemente della liberazione dal liceo per andare all'università giusta per voi, o ancora accontentare i genitori per poi seguire la vostra strada. Ogni risposta è giusta, basta che vi faccia arrivare al risultato.

Se vuoi altri consigli leggi qui: Non ho voglia di studiare: 3 soluzioni

Se vuoi sapere come aumentare la concentrazione leggi qui: Come trovare la concentrazione quando sei pigro
 

COME STUDIARE: CONSIGLI PER MIGLIORARE IL METODO DI STUDIO. Una volta ritrovata la voglia di studiare, occorre farlo bene! Ecco i nostri consigli per migliorare il metodo di studio: