ESAME DI MATURITÀ 2017: COME PRENDERE 100

La maggior parte degli studenti, in vista della Maturità, cerca di minimizzare con il classico “mi basta un 60 e un calcio e via”. In realtà, se c’è qualcuno che effettivamente la pensa così, gli altri studenti che durante i cinque anni precedenti si sono impegnati e hanno ottenuto sempre ottimi voti sperano di riuscire a prendere il voto più alto possibile. Forse non tutti lo ammettono, ma chi non sarebbe felice di prendere 100 alla Maturità 2017? Sarebbe una grandissima soddisfazione! Vuoi capire se sei sempre in tempo per ottenere il voto più alto all’Esame di Stato e, se sì, come fare per assicurartelo? Allora continua a leggere: in questo articolo vedremo insieme come prendere 100 all’Esame di Maturità 2017.

Come si calcola il voto alla Maturità? Leggi la nostra maxi guida: Voto di Maturità 2017: come si calcola

ESAME DI MATURITÀ 2017: CHI PUÒ PRENDERE 100?

Innanzitutto, dobbiamo capire chi può ancora sperare di ottenere 100 alla Maturità e chi invece deve rinunciare al sogno in partenza (in questo caso, tranquilli, non è una tragedia!): il voto dell’Esame di Stato, come saprai, non si decide solo in fase di prove di esame ma conta anche il tuo rendimento nel triennio. Ciò significa che chi vuole aspirare al 100 deve iniziare a seminare i suoi frutti già dalla terza superiore. Il voto conclusivo è infatti formato dalla somma dei crediti scolastici e formativi ottenuti nei 3 anni (massimo 25 crediti) con i punteggi ottenuti nelle singole prove di Maturità (15 punti prima prova + 15 punti seconda prova + 15 punti terza prova + 30 orale = 75 punti).
Il calcolo è quindi semplice: chi arriva alla Maturità 2017 con 25 crediti e ottiene i 75 punti all’esame ottiene 100! In realtà, visto che ottenere il punteggio pieno in sede di esame è difficile e per non penalizzare coloro che hanno avuto un percorso scolastico eccellente per un errore alla maturità, si è stabilito che chi arriva a 100 facendo l’en plain avrà non solo 100, ma 100 e lode.
Chi ottiene il 100 senza la lode? Coloro che arrivano al 100 con un piccolo “aiutino” dei professori, che hanno a disposizione fino a 5 punti bonus da dare a ogni studente che ritengano meritevole. In sintesi, quindi, può aspirare a prendere 100 anche chi:

  • ha ottenuto tra 20 e 24 crediti scolastici e punta a fare una prova perfetta o quasi (se avete ottenuto 20 crediti dovete obbligatoriamente fare 75 alla maturità e sperare nei 5 punti bonus dei prof);
  • ha ottenuto 25 crediti scolastici e ottiene alle prove di esame un punteggio compreso tra 70 e 74.

PRENDERE 100 ALL’ESAME DI MATURITÀ 2017: COME PREPARARSI

Ormai quel che è fatto è fatto. Sui crediti scolastici non puoi più fare molto visto che siamo alla conclusione dell’anno (se non fare bene gli ultimi compiti e verifiche), ma è importante concentrarsi sulla preparazione alla Maturità. Ecco alcuni consigli per arrivare preparatissimo all’esame:

  • inizia già a prepararti una tabella di marcia per programmare lo studio;
  • raccogli appunti, schemi e riassunti che hai fatto durante l’anno per rendere più fruibile il ripasso;
  • ricordati di visualizzare il programma finale consegnato dai professori per ogni materia per non dimenticare di ripassare o studiare alcuni argomenti;
  • fai una tesina ben curata e approfondita e che si presenti molto bene;
  • finisci la tesina prima della fine della scuola così potrai chiedere un parere ai tuoi professori;
  • chiedi informazioni ai professori sui commissari esterni una volta che saranno usciti nomi (ti potranno dare dritte interessanti su come orientare la tua preparazione);
  • segui la tua tabella di marcia nello studio così da suddividere gli argomenti giorno per giorno;
  • approfondisci gli argomenti più gettonati nel toto-tema e raccogli informazioni su temi di attualità in vista della prima prova;
  • cerca di ripassare in modo puntuale e dettagliato, andando ad approfondire e a ragionare su alcuni argomenti;
  • prenditi delle pause dallo studio (!!!) e non vivere nel terrore di sbagliare l’esame e di non ottenere 100 (è bello, ma non merita rovinarsi la salute mentale).

PRENDERE 100 ALLA MATURITÀ 2017: DRITTE PER L’ESAME

E una volta arrivati all’esame? Bene, i consigli in realtà sono scontati:

  • Dimentica le ansie e le paure: trasforma l’agitazione in adrenalina. Solo se riuscirai a mantenere la mente lucida potrai riuscire a fare bene.
  • Leggi attentamente le prove e scegli la traccia che sei sicuro di fare meglio. Nel caso di indecisione, sappi che i professori apprezzano particolarmente un saggio breve ben argomentato o un tema storico (se becchi un argomento che sai nei dettagli, è la prova consigliata per ottenere 100), ma non scegliere a prescindere queste prove se vedi che non sai bene cosa scrivere.
  • Non tirare via: se vuoi ottenere 100 devi controllare più volte quello che hai scritto, quindi prenditi tutto il tempo (entro le ore previste dal regolamento) per svolgere le prove.
  • Dopo ogni scritto (in particolare seconda o terza prova) cerca di annotarti i dubbi che avevi o gli errori che pensi di aver fatto per andare a controllare le risposte e capire le risposte esatte così da recuperare all’orale.
  • Niente tentennamenti all’orale: sii sicuro, non fare scena muta e se non sai una domanda cerca comunque di ragionarci sopra e di fare in modo che l’insegnante ti venga incontro.
  • In ogni caso, se hai studiato durante l’anno, ti sei preparato e sei sempre andato bene, non avrai problemi: prendi la maturità con la stessa serietà con cui hai affrontato la scuola e vedrai che non avrai problemi!

MATURITÀ 2017: LA GUIDA

Per arrivare al 100 devi essere preparato su tutte le prove! Consulta tutte le nostre risorse:

Leggi anche: