ESAME TERZA MEDIA 2017: PROVE E VALUTAZIONE PER ALUNNI DISABILI, DSA E BES

I giorni passano sempre più velocemente (anche se le giornate si sono allungate) e l'Esame Terza Media 2017 è praticamente alle porte. Starete di certo attendendo con ansia il momento in cui vi troverete faccia a faccia con il foglio delle prove scritte: vi stare allenando per la prova di italiano, esercitando per la prova di matematica e ripassando per la prova di lingue. Di certo però il Test Invalsi 2017 di Terza Media vi starà dando qualche preoccupazione in più, ma non dovete trascurare neanche la Tesina e il ripasso generale per l'esame orale. Insomma, c'è un bel da fare, tuttavia non vi preoccupate, ancora c'è tempo e avete ancora qualche settimana per poter studiare al meglio. Ma cosa sapere sullo svolgimento delle prove? Per prima cosa bisogna chiarire che le prove, le tracce e le modalità di svolgimento sono in mano ai vostri insegnanti, che dovranno però attenersi a specifiche direttive del Miur. In particolare, nel caso in cui ci siano alunni disabili, con bisogni educativi speciali o con disturbi dell'apprendimento (nota n. 4757 del 2 maggio 2017), occorrerà attenersi ad alcune regole sia riguardo allo svolgimento delle prove che alla valutazione. Scopriamo tutto nel dettaglio. 

Esame Terza Media 2017: prove e valutazione per alunni disabili, DSA e BES

ESAME TERZA MEDIA 2017: SVOLGIMENTO PROVE E VALUTAZIONE ALUNNI DISABILI

Gli allievi disabili svolgeranno prove differenziate sia per quanto riguarda gli scritti, il test invalsi e l'esame orale. Le prove testeranno i progressi raggiunti dall'allievo in base alle sue potenzialità e ai livelli di partenza, adattate al Piano Educativo Individuale.

  • Nelle prove scritte gli allievi disabili possono usare attrezzature tecniche e sussidi didattici. Le prove hanno lo stesso valore di quelle somministrate agli altri allievi. 
  • La prova orale valuterà le conoscenze e le competenze raggiunte in base al Piano Educativo Individuale.
  • La Prova Invalsi viene predisposta dalla Commissione d'Esame con riferimento al PEI. I test di italiano e matematica possono prevedere tempi di svolgimento più lunghi e, in particolare, gli allievi con disabilità visiva avranno 30 minuti in più per ogni prova invalsi.
  • Voto: il voto è espresso in decimi senza riferimento allo svolgimento speciale delle prove.
     

ESAME TERZA MEDIA: PROVE E VALUTAZIONE PER STUDENTI DSA

Gli studenti con Disturbi Specifici d'Apprendimento certificati svolgeranno prove scritte e orali con modalità adeguate. 

  • Durante le prove scritte gli allievi DSA potranno utilizzare gli strumenti compensativi previsti dal Piano Didattico Personalizzato. Si potranno utilizzare anche strumenti informatici, purché non compromettano il corretto svolgimento della prova. E' possibile inoltre prevedere tempi più lunghi di svolgimento, far utilizzare dispositivi di ascolto dei testi, prevedere la trascrizione del testo su un supporto informatico, avere il supporto di un docente della commissione per la lettura e la comprensione delle tracce. Gli alunni dispensati dallo svolgimento dello scritto di lingua straniera dovranno svolgere un esame orale sostitutivo.
  • La prova orale testerà le conoscenze pluridisciplinari secondo quanto previsto dal PDP.
  • Per quanto riguarda la prova invalsi, la scuola potrà richiedere entro il 12 giugno i test in versione informatizzata. Gli studenti DSA potranno avere tempi di svolgimento più lunghi e potranno utilizzare gli strumenti compensativi.
  • Voto: il voto è espresso in decimi e in casi particolari si dovrà considerare solamente il contenuto, tralasciando la forma.
     

ESAME TERZA MEDIA 2017: SVOLGIMENTO PROVE E VALUTAZIONE ALUNNI BES

Se il consiglio di classe individua allievi con altri Bisogni Educativi Speciali non certificati come i precedenti, dovrà fornire alla Commissione del'Esame tutte le indicazioni specifiche per consentire a questi allievi il corretto svolgimento di tutte le prove. Verrà dunque stilato un PDP che verrà tenuto in considerazione dalla Commissione durante lo svolgimento degli esami. Questi studenti non vengono dispensati da alcuna prova, ma possono utilizzare strumenti compensativi. Dovranno invece svolgere regolarmente le Prove Invalsi.

ESAME TERZA MEDIA 2017: IL KIT DI SOPRAVVIVENZA

Sei in ansia per gli Esami di Terza Media? Niente paura, ci siamo qui noi a sostenerti e a darti mille consigli per prendere un bel voto:

Iscriviti al gruppo Facebook Terza Media che tragedia!