GRADUATORIA TEST VETERINARIA 2017: COME FUNZIONA

E finalmente ci troviamo ad un punto decisivo: oggi, 3 ottobre, gli aspiranti veterinari potranno visualizzare la graduatoria unica nazionale e capire se ce l’hanno fatta oppure no. Intanto, cerchiamo quindi di fare chiarezza e rispondere a tutti i tuoi dubbi sul funzionamento della graduatoria nazionale relativa ai corsi a numero chiuso iniziando proprio da in che cosa consiste e come funziona. Presta attenzione alla nostra guida perché comprendere le procedure di selezione è importante, soprattutto visto che dovrai fare attenzione alle procedure di immatricolazione (nel caso risultassi assegnato o prenotato) e al funzionamento degli scorrimenti.

Troverai qui le soluzioni al test:

Non perderti le Simulazioni del Test di Veterinaria 2017 e i Risultati Test di Veterinaria 2017

TEST INGRESSO VETERINARIA 2017: LA GRADUATORIA

Il bando pubblicato dal Miur sancisce che in seguito allo svolgimento dei Test di Veterinaria 2017 verrà redatta una graduatoria nazionale con i risultati dei candidati in base ai punteggi ottenuti e alle preferenze espresse da ogni studente per le varie sedi.  Come fare a capire se si è passati o meno? Per visualizzare la graduatoria bisognerà collegarsi al portale ufficiale Accesso Programmato nel sito del Miur dedicato ai test e collegarsi inserendo le credenziali (quindi è importante conservare l’username e la password): potrai accedere così alla tua area personale e scoprire i dettagli della graduatoria. Saranno inseriti in graduatoria solo coloro che hanno totalizzato un minimo di 20 punti (e che quindi verranno definiti idonei); i candidati non idonei invece non saranno inseriti in graduatoria. Tutti gli altri candidati (ossia coloro che non solo entreranno in graduatoria, ma otterranno uno dei posti disponibili) risulteranno assegnati o prenotati. Per la valutazione delle prove saranno attribuiti un massimo di 90 punti, in caso di parità il Cineca dovrà tenere conto che stando al bando del Miur deve prevalere “in ordine decrescente il punteggio ottenuto dal candidato nella soluzione, rispettivamente, dei quesiti relativi agli argomenti di ragionamento logico, cultura generale, biologia, chimica, fisica e matematica”. In caso di ulteriore parità prevarrà infine il candidato più giovane.

GRADUATORIA TEST VETERINARIA 2017: DIFFERENZA TRA ASSEGNATO E PRENOTATO

Rimane un ultimo problema, ovvero la differenza tra assegnato e prenotato all’interno della graduatoria del Test di Veterinaria 2017. Ecco come funziona:

  • il bando del Miur prevede che il candidato che a ogni scorrimento di graduatoria rientra nei posti disponibili relativi alla prima preferenza utile risulta assegnato ed è tenuto ad immatricolarsi presso la sede e il corso cui è assegnato entro i termini stabiliti. In caso di mancato rispetto dei termini, il candidato decade dal diritto di immatricolazione.
  • Il candidato che a ogni scorrimento di graduatoria non rientra nei posti disponibili relativi alla prima preferenza utile risulta prenotato su una scelta successiva. In questo caso il candidato può immatricolarsi nella sede e nel corso nei termini stabiliti, ma deve attendere la conclusione delle immatricolazioni di coloro che lo precedono in graduatoria e attendere eventualmente che alcuni posti si rendano disponibili.

Domani 3 ottobre quindi verranno pubblicati i nominativi di coloro che risultano assegnati e prenotati nella graduatoria nazionale di merito. Sia per gli assegnati che per i prenotati, il tempo massimo per immatricolarsi è di 4 giorni dalla data di pubblicazione. Intanto se vuoi conoscere nel dettaglio la differenza tra assegnato e prenotato leggi qui: Numero chiuso: differenza tra assegnato e prenotato.

Gli idonei invece, cioè coloro che non sono stati assegnati a nessuna università, potranno attendere lo scorrimento della graduatoria dando la conferma di interesse e sperando che qualcuno rinunci al posto.

TEST VETERINARIA 2017: TUTTO SULLA PROVA

Rimani aggiornato con le nostre risorse per affrontare il test d’ingresso a Veterinaria.