Il libro della Giungla: riassunto e commento

Il libro della giungla è una raccolta di racconti dello scrittore Premio Nobel per la Letteratura Rudyard Kipling pubblicati mentre viveva nel Vermont, su vari giornali e riviste tra il 1893 e il 1894. Le pubblicazioni originali contengono illustrazioni fatte dal padre stesso dell’autore. Libro che ha riscosso un grandissimo successo, ha conquistato il cuore di tutti, sia grandi che piccini, infatti dopo l’uscita del libro anche il film, tratto appunto dal racconto di Kipling, ha riscosso un enorme successo con milioni di spettatori, tradotto in tantissime lingue e ancora oggi, a distanza di tantissimi anni, amatissimo da tutto il pubblico. La storia parla del piccolo umano d nome Mowgli, abbandonato nella giungla indiana e adottato da un branco di lupi. Lupi che diventato in tutto e per tutto la sua famiglia, la sua mamma e il suo papà, lupi che lo crescono in modo del tutto autonomo, che non sentono e non vivono la differenza fra uomo e animale, forse perché gli uomini sono tutti animali o viceversa perché gli animali hanno un’anima, un’intelligenza e un cuore esattamente come gli uomini. Caso strano che comunque appassiona completamente tutti, infatti il piccolo bimbo diventa grande, cresce e si alimenta esattamente come tutti gli altri abitanti della giungla che non sono altro che piccoli animaletti. Coltiva le sue amicizie e vive in modo felice e tranquillo, potremmo dire del tutto spensierato!

Leggi anche gli altri riassunti:

Il libro della Giungla: riassunto

Il protagonista è Mowgli, un bimbo abbandonato, ragazzino indiano del 1800 che viene trovato da dei lupi nella giungla dei villaggi vicino Bombay. Mowgli cresce e vive all’interno della giungla, impara le leggi della sopravvivenza assieme all’amico orso Baloo, alla pantera Bagheera, al lupo capobranco Akela e al colonnello degli elefanti Hathi. Appena arrivato nella giungla il piccolo ragazzino viene salvato dalle grinfie dalla feroce tigre Shere Khan, la quale voleva ucciderlo. A salvarlo sono i due lupi Babbo Lupo e Raksha. Al Consiglio della rupe, viene stabilito che il cucciolo non poteva assolutamente venire abbandonato, anzi tutti insieme decidono di tenerlo e crescerlo, e quindi da quel momento in poi che il piccolo cucciolo d’uomo faceva parte integramente e completamente del branco e della squadra della giungla, grazie anche all’intervento di Baloo  e Bagheera che parlano in suo favore e si prendono l’impegno di crescerlo ed educarlo. Mowgli cresce in tutta tranquillità con i suoi amici animali, e quando compie 12 anni viene a conoscenza del terribile piano della tigre di sobillare i giovani lupi del branco contro Akela, ormai vecchio e non più in grado di governare. Continua la lotta e il ragazzino cresce, sempre più convito di voler conoscere insieme a Baloo, fino a quando non incontra sul suo cammino delle scimmie dispettose, che lo condurranno in un villaggio vicino la giungla. Mowgli ormai è grande, diventato un uomo, decide, con molto dispiacere, di far parte del villaggio, di cominciare una vita del tutto consona al suo aspetto. Una donna lo riconosce, è sua madre, rivede il lui quel figlio che tantissimi anni addietro era stato rubato da una tigre quando era ancora neonato, e lo adotta. Mowgli è molto felice insieme alla sua nuova famiglia, ma gli abitanti del villaggio non lo guardano in modo tranquillo, perché credono che sia uno spirito maligno incarnatosi nel corpo di un ragazzo. Un giorno il capo villaggio lo manda a pascolare i buoi, e così Mowgli apprende da uno dei suoi fratelli lupi che Shere Khan è tornata a cacciare, ed è assetata di vendetta per l’umiliazione inflittale da Mowgli. Il ragazzo dichiara che non ha paura, e sfida la tigre. Inizia così la vera sfida, che ovviamente Mowgli vince, decidendo di tornare per sempre a vivere e a far parte della sua amata Giungla!

Il Libro della Giungla: recensione

Spettacolare libro che mette insieme la natura, in tutte le sue sfaccettature, dal mondo umano a quello animale, che vivono, in modo del tutto sorprendente insieme, come se realmente non ci fosse alcuna differenza; animali che difendono l’uomo da altri animali, allontanamenti e ritorni, è questo in sostanza tutto la morale del libro della Giungla, che fin da subito ha riscosso un enorme successo, con un pubblico che abbraccia tutte l’età, dai più piccoli ai più grandi, dai figli ai genitori!!

(Foto: courtesy of Disney)