INVALSI TERZA MEDIA 2017: COSA ACCADE SE SI CONSEGNA IN BIANCO

Le prove Invalsi per l’esame terza media 2017 sono dietro l’angolo: gli studenti dovranno affrontare i due esami di italiano e matematica il 15 giugno. Siete preoccupati vero? In effetti i test Invalsi preoccupano i ragazzi e i loro genitori e sono mille le domande in merito. Come già saprete, il giudizio del test Invalsi conta: farà media con i voti dell’esame stesso e con quello di ammissione. È molto importante quindi prepararsi a dovere e affrontarlo nel migliore dei modi, anche se è una prova difficilissima. L’ideale sarebbe prendere almeno la sufficienza al test Invalsi di terza media, per non rischiare di perdere l’anno scolastico o inficiare la media, ma che succede invece se si consegna in bianco? Scopriamolo insieme.

Per avere aggiornamenti su tracce e soluzioni di quest’anno leggi:

PROVE INVALSI TERZA MEDIA 2017

Le prove invalsi di Terza Media sono quelle più temute, in quanto faranno parte dell’Esame Terza Media e concorreranno al voto finale. Prima di tutto allora cerchiamo di fare chiarezza sul perché sarà indispensabile raggiungere almeno la sufficienza nelle prove invalsi di italiano e matematica e poi capire cosa accade se non si superano i test, si ottiene una insufficienza o si consegna in bianco. Come sapete gli studenti affronteranno i test il 15 giugno 2017 alle ore 8.30, e avranno 75 minuti di tempo per svolgere ciascuna prova, quella di italiano e quella di matematica, intervallate da 15 minuti di pausa. Il voto delle due prove si sommerà, quindi farà media, con il voto d’ammissione, il voto della prima prova d’italiano, della seconda prova e della prova di lingua straniera e con il voto del colloquio orale. In test Invalsi quindi, sono parte integrante del voto finale. Capite bene da soli, senza ulteriori spiegazioni, quanto sia penalizzante ottenere un voto basso, o addirittura una grave insufficienza. Per attenzione: nulla è perduto. Vediamo nello specifico la situazione.

COSA SUCCEDE SE SI CONSEGNA IN BIANCO AL TEST INVALSI TERZA MEDIA

 Lo ribadiamo: il giudizio del test Invalsi all’esame di terza media farà media aritmetica con i voti delle prove; cosa succede se non si prende la sufficienza alle prove Invalsi 2017, oppure se si consegna in bianco? Il rischio è davvero enorme, può determinare un insuccesso addirittura, soprattutto se vanno malissimo entrambe le prove, sia di italiano che di matematica. In poche parole la consegna in bianco determina una insufficienza, rischiando di abbassare notevolmente il voto finale per l’esame di terza media! Però nulla è perduto: state tranquilli perché anche non prendendo la sufficienza, è possibile risollevare la situazione ed evitare una bocciatura! Come? Vi basterà prendere dei voti più alti all’esame di terza media ma, per non correre questo rischio, sarebbe opportuno prendere almeno la sufficienza al test Invalsi di terza media, per non rischiare di perdere l’anno scolastico.

ESAME TERZA MEDIA 2017: COSA ACCADE CON UNA INSUFFICIENZA AL TEST INVALSI

Le prove Invalsi sono il tallone d’achille degli studenti alle prese con l’esame di terza media. È senza dubbio lo scritto più pericoloso, quello che preoccupa maggiormente tutti i ragazzi perchè, mentre gli altri scritti dell’esame di terza media sono fatti dalle singole scuole anche sulla base di quanto fatto in classe, il test Invalsi viene eleborato dall’Istituto Nazionale per la valutazione del sistema dell’Istruzione al fine di valutare la preparazione degli studenti ed il sistema dell’istruzione. Dunque il voto ottenuto alle prove Invalsi farà media e, per questo, potrebbe abbassare il voto, anche degli studenti più bravi. Per questo motivo, come spiegavamo, prendere una insufficienza o consegnare in bianco, potrebbe inficiare, e di molto, il voto finale. Del resto le statistiche ci informano che i voti più bassi si sono registrati proprio nelle Prove Invalsi, e non c’è da meravigliarsene. Insomma, se non superate l’Invalsi di terza media ma avete buoni voti nelle altre prove non dovrete preoccuparvi. La questione cambia se andate male anche nelle altre prove scritte e all’orale; in questo caso il pericolo di essere bocciati aumenta. Bisogna quindi prevenire: allenatevi più che potete con i vecchi test ,vi aiuterà ad affrontare meglio la prova di quest’anno.

TEST INVALSI TERZA MEDIA 2017

 Ecco le nostre maxi guide per prepararsi al meglio per le Prove Invalsi:

Dubbi? Avete bisogno di aiuto? Iscrivetevi al gruppo Facebook Terza Media che tragedia!