Ivan Zelich è un ragazzo australiano di 17 anni molto speciale. A due mesi già parlava, a 14 anni gli hanno offerto una cattedra all'Università di Queensland, in queste settimane è diventato famoso grazie allo sviluppo di unteorema in grado di velocizzare il calcolo, battendo anche il computer più veloce.

In mezzo, l'apprendimento di ben sei lingue, la vittoria di tornei di scacchi e gare di nuoto ed i banchi che si fanno via via troppo piccoli per il suo genio.

"La scuola mi annoia", dichiara Ivan, il cui talento non è propriamente facile da gestire per professori che si trovano davanti un ragazzo che sa molte più cose di loro "mi piace lavorare sulle teorie".

Una di questi porta il suo cognome. Il teorema Zelich-Liang, nato dalla commistione di due geni precoci: quello di Ivan e quello del coetaneo americano Xuming Liang. "Ho contattato Liang su un forum di appassionati di matematica. Lui aveva scritto una formula. Gli ho detto: buon lavoro, ma secondo me si può fare di meglio. Così abbiamo iniziato a lavorare insieme".

Il risultato è un teorema che potrebbe rivoluzionare il mondo del calcolo e la teoria delle stringhe. Ordinaria amministrazione per un ragazzo dal q.i. di 180.

(heraldsun)