LUCREZIO: OPERE E VERSIONI TRADOTTE

Il latino vi distrugge? Come lo capiamo, del resto affrontare una versione da tradurre non è per nulla facile, anzi! Dunque, per quelli di voi che sono disperati e si trovano alle prese con Lucrezio, abbiamo raccolto le versioni già tradotte e riassunto la vita e le opere dell'autore del De Rerum Natura.
Grazie a questa nostra guida studiare velocemente non sarà più un problema. La traduzione da un’altra lingua, infatti, presuppone lo studio dell’autore, del contesto storico in cui visse e operò e quindi il quadro generico che vi forniamo vi sarà di sicuro d'aiuto per capire al meglio Lucrezio, uno degli autori antichi più studiati, ma anche più complessi.

La Maturità ti fa paura? Allora dai un'occhiata alle nostre risorse per l'Esame di Stato:

versioni tradotte di lucrezio

LUCREZIO: SCHEDA BIOGRAFICA

Nome Completo: Tito Lucrezio Caro

Data di Nascita: 94 a.C. (Pompei o Ercolano)

Data di Morte: 15 Ottobre 50 a.C. o 55 a.C. (Roma)

Coniuge: Lucilia

Influenze: Epicuro, Democrito, Empedocle, Aristotele, Platone, Socrate

LUCREZIO: LA VITA

Della vita di Lucrezio non sappiamo quasi nulla. Non compare mai nella scena politica e non è citato da scrittori contemporanei, fatta eccezione per la lettera di Cicerone ad Quintum fratrem II, contenuta nella sezione Ad familiares, tanto che alcuni studiosi ritennero il nome di Tito Lucrezio Caro come uno pseudonimo. Alcuni hanno addirittura creduto che non fosse mai esistito. L'autore è però fonte di ispirazione e citato da scrittori successivi come Seneca, Frontone, Marco Aurelio, Quintiliano, Ovidio, Vitruvio, Plinio il Vecchio, senza tuttavia fornire nuove informazioni sulla vita. Un'altra fonte che lo cita è San Girolamo nel suo Chronicon, di cinque secoli dopo.
Cerchiamo allora di tracciare i punti salienti della sua biografia:

  • 94 a.C. circa: nasce nel primo decennio del I secolo (la data è incerta) probabilmente in Campania a Pompei, dove esiste una villa di un possibile parente, Marco Lucrezio Frontone, o nella vicina Ercolano, da una famiglia appartenente quasi sicuramente ai Lucretii, di nobile e antica discendeza. Studia l'epicureismo proprio ad Ercolano nella cosiddetta "villa dei papiri".
  • 54 a.C.: Lucrezio lascia Roma in disaccordo con le guerre civili, ma le informazioni sono davvero scarse per poter dire di più.
  • 54 a.C.: viaggia probabilmente, ma le notizie sono frammentarie e incerte, in  Grecia, ad Atene, nei luoghi del maestro Epicuro. Non si sa però se vi si sia realmente recato.
  • intorno al 55, 54 o 53 a.C.: muore suicida secondo la tradizione tramandata, ma anche in questo caso la morte è avvolta nel mistero. Secondo una notizia, sarebbe morto il giorno stesso in cui Virgilio prese la toga virile, il 15 ott. del 53, ma non si hanno dati certi per affermarlo. Anche la questione del suicidio è controversa: alcuni studiosi lo accostano al male di Lucrezio, che forse soffriva di bipolarismo, altri affermano che si sarebbe tolto la vita come gesto di protesta verso la classe politica in ascesa, o perché condannato a morte.

LUCREZIO: LE OPERE

Lucrezio è l’autore del De rerum natura, giunto a noi nella forma che, a quanto pare, gli diede Cicerone: l’opera era compiuta ma non limata. Il poema si divide in 6 libri, a ognuno dei quali è premesso un proemio. Si tratta però di un’opera che appare non completa e di difficile ricostruzione, tanto che ancora oggi la filologia moderna si  affanna a ricostruirne il testo. Sappiamo però che il De rerum natura è l'esposizione del mondo secondo i principi della filosofia di Epicuro.

  • De rerum natura:  è un poema didascalico, di natura scientifica-filosofica, in esametri suddiviso in sei libri raccolti in diadi. L’opera illustra i fenomeni di dimensioni progressivamente più ampie: dagli atomi (I-II) si passa al mondo umano (III-IV) per arrivare ai fenomeni cosmici (V-VI). I modelli di Lucrezio sono Esiodo e Empedocle.

LUCREZIO: VERSIONI TRADOTTE

Abbiamo tradotto per voi alcune versioni tra le più note e più studiate a scuola di Lucrezio. Ecco le traduzioni più cercate:

Se non hai trovato quello di cui avevi bisogno, prova qui:

De Rerum Natura di Lucrezio: versioni tradotte