Cosa significa Mannaggia ed etimologia

Quante volte al giorno ripetete in modo continuo e assiduo, anche incoscientemente la parola mannaggia preceduta anche da qualche parolaccia: infatti ormai, anche sbagliando, è un termine che nell’intercalare quotidiano è presente! Ma vi siete mai chiesti qual è il vero significato di questo termine? Cosa significa e anche l’etimologia di questa parola? Bene, se avete qualche dubbio state tranquilli, dopo la lettura di questo articolo avrete le idee molto più chiare e magari userete “mannaggia” in modo più coscienzioso!

Mannaggia: significato

Il significato letterale della parola è imprecazione che esprime disappunto, contrarietà. È un’interiezione comune, nell’Italia centro-meridionale, utilizzata il più delle volte in modo anche simpatico. Infatti, pur trattandosi di una maledizione, è una maledizione blanda, che viene usata come imprecazione, buona per colorire, sfogare e dare sentimento ad un’espressione. Espressione che può essere sia positiva che negativa, dipende dai casi, dalle situazioni in cui un individuo si trova e in cui ovviamente viene pronunciata. Questa parola, ovviamente, viene utilizzata nel quotidiano, ma non è assolutamente accettata in ambiti più elevati, ritenuta tante volte anche a livello di una bestemmia. Si tratta di una parola che in registri elevati si troverebbe fuori posto; ma ha tutto il pregio di una popolare formula di disappunto, quindi rientra anche, nella tradizione meridionale terminologica, negli usi e nei costumi.

Mannaggia: etimologia

La parola deriva dalla locuzione mal n’aggia, male ne abbia. Quindi, anche l’etimologia c’insegna che il termine in questione deriva da una sorta di indicazione per la maledizione, e che poi nel quotidiano è rientrata nel linguaggio comune che sta ad indicare un momento di disapprovo o anche un esaltazione che dipende, certo, dalle situazioni in cui ci si trova. “Mannaggia” tante volte è usata in modo del tutto dispregiativo, infatti da tante scuole di pensiero non è concepibile e accettata, non ricordando, che oltre al significato e all’etimologia, rientra in una tradizione del tutto popolare, culturale e linguistica della società meridionale, capitanata da pregiudizi, credenze e valori che caratterizzavano e caratterizzano ancora oggi tutte quelle usanze che rientrano nel bagaglio sociale, culturale e tradizionale di una determinata società, che ovviamente è importante anche non perdere!

Scopri anche: Come fare un buon tema: i 19 errori di ortografia italiana da evitare