Materie seconda prova maturità 2018 Liceo Scientifico

di enistico | 13 ottobre 2017

Maturità 2018: le materie della seconda prova dello Scientifico

L’esame di Stato è ancora lontano ma già conosciamo la data per la seconda prova: giovedì 21 giugno. Siamo certi che questo giorno è segnato in rosso sul vostro calendario e sappiamo bene quanto la seconda prova vi spaventi.  Per non parlare dell’ansia che mette il solo pensare alla materia che il Miur sceglierà per il Liceo scientifico. Tutti gli studenti che frequentano questa scuola rivolgono fin da ora il loro sguardo a gennaio, quando il Ministerò pubblicherà ufficialmente la decisione presa: ci sarà fisica o matematica per la Maturità 2018? Entrambe le materie sono un vero e proprio spauracchio perchè i maturandi dovranno dimostrare di aver acquisito padronanza in quella che sarà scelta come traccia per la seconda prova. Insomma oltre i dubbi c’è anche chi teme il peggio perciò oggi cercheremo di fare chiarezza e di darvi le informazioni giuste per tranquillizzarvi…almeno per un pò.

Seconda prova maturità 2018 Liceo Scientifico

La seconda prova dell’Esame di Statoè la più temuta dai maturandi dello scientifico perchè già al solo pensiero che esca matematica di contorce lo stomaco, per fisica poi i dolori aumentano. Purtoppo nessuno può prevedere al momento quale materia scieglierà il Miur per il secondo scritto d’esame, non abbiamo una sfera magica o poteri sovrannaturali, però qualche conto lo sappiamo fare anche noi, visto che siamo in tema di materie scientifiche. Il Ministero, in generale, alterna le materie, laddove esistono più materie caratterizzanti come nel caso dello scientifico, ma in questi ultimi anni fisica non è mai uscita (per fortuna, dirà qualcuno di voi). Sarà questo l’anno del suo debutto? Le materie si conosceranno solo a fine gennaio, quando il Miur le pubblicherà ufficialmente, per il momento, oltre a fare i dovuti scongiuri, non possiamo fare altro che indirizzarvi spiegandovi come sono le prove e dandovi qualche consiglio utile per arrivare super preparati al giorno della seconda prova. Di seguito troverete tutte le informazioni sulla seconda prova di maturità di fisica o matematica, il loro svolgimento, le tracce d’esame e le risorse per affrontarle. Intanto, nell’attesa, non perdete i nostri approfondimenti:

Seconda prova Matematica Maturità 2018

In tutti questi anni passati la scelta del Miur è ricaduta su matematica, per la fortuna dei maturandi che avevano paura che uscisse fisica, ma anche questa materia spaventa, e non poco. Per arrivare al 21 giugno preparati e pronti per superare la prova  bisogna conoscere, prima di ogni altra cosa, il nemico. Partiamo quindi con la traccia di matematica: anche quest’anno il Miur sceglierà questa materia per la traccia della seconda prova? Nel dubbio, ecco tutte le indicazioni necessarie per affrontare la prova al meglio. Come sarà struturata? Sarà composta da 10 quesiti e da 2 problemi: tra questi potrete scegliere 5 quesiti e un solo problema da svolgere avendo a diposizione 6 ore di tempo. Per arrivare preparati al giorno fatidico non dovete lasciare nulla al caso e iniziare, fin da ora, a concentrarvi sull’obiettivo da raggiungere, studiando e colmando le lacune che durante l’anno si accumuleranno, ma soprattutto dovrete esercitarvi con costanza. Per il vostro allenamento con la traccia di matematica vi proponiamo:

Non perdete:

Seconda prova Fisica Maturità 2018

Fisica è la grande assente di questi ultimi anni, una protagonista silenziosa e molto temuta da tutti i maturandi dello scientifico, che aspettano con ansia e paura il giorno in cui il Miur svelerà la traccia scelta. Quest’anno toccherà a fisica? Molti si augurano ancora che il Ministero non ricorra all’alternanza tra le materie perchè temono questa prova più delle altre, ma i maturandi stanno già iniziando a pensare con timore che toccherà a loro cimentarsi per la prima volta con una traccia di fisica. Non esistono confronti con le tracce degli anni passati, essendo sempre uscita matematica, almeno recentemente, il che preoccupa maggiomente tutti gli studenti, però bisogna essere pronti nel caso quest’anno fosse l’anno buono per il debutto di fisica, quindi ecco cosa sapere sulla traccia. Partiamo col capire com’è fatta: la prova di fisica sarà divisa in due parti, una con due problemi e una con il questionario, composto da 6 domande. Gli studenti dovranno svolgere un problema e tre quesiti da svolgere in sei ore di tempo. Anche in questo caso, la soluzione principale a tutti i vostri problemi è lo studio. Concentratevi sulle lezioni a scuola e se avete difficoltà in qualche argomento, cercate di risolverle fin da subito, in modo da evitare lacune incresciose che vi farebbero perdere tempo. Ovviamente, l’allenamento è la vostra arma più potente, perciò ecco le nostre risorse per eservitarvi:

Non perdete:

Seconda Prova di Maturità 2018

Tutti gli approfondimenti sulla seconda prova: