Siete fissati con la grammatica? State sempre lì a correggere i post dei vostri amici su Facebook? Siete quelli che, in gergo, si definiscono “grammar-nazi”? Sappiate che siete stati oggetto di studio da parte di due scienziati Julie E. Boland, del dipartimento di Sociologia, e Robin Queen, del dipartimento di Linguistica, dell'Università del Michigan che hanno analizzato questo fenomeno.

Il risultato dello studio è stato pubblicato su Plos One e rivela che le persone ossessionate dalla grammatica sono meno gentili con il prossimo rispetto a quelle che -pur notando gli errori- lasciano correre.
L’esperimento ha visto protagoniste 83 persone alle quali sono state inviate delle e-mail con degli errori grammaticali, altre con errori di battitura e altre ancora senza alcun errore per poter testare la reazione.

I due scienziati hanno chiesto quindi ai partecipanti di scegliere dei coinquilini in base alla mail di risposta di un finto annuncio e valutare con un voto da uno a dieci ogni messaggio. Infine hanno dovuto completare una sorta di classifica di gradimento  e rispondere a delle domande dal punto di vista sociale e accademico.
Nel risultato quindi si legge che “le persone meno gentili sono meno tolleranti riguardo alla deviazione dalla convenzione. Le persone più estroverse – invece – sono state in grado di trascurare gli errori scritti. Le persone più introverse, hanno giudicato negativamente le e-mail con errori".

E voi, a quale categoria appartenete?