PRIMA PROVA DI MATURITÀ: È UGUALE PER TUTTE LE SCUOLE?

Con la Maturità 2017 sempre più vicina è il caso di chiarire tutti i dubbi sull’Esame di Stato che avete! Visto che la prima prova, la seconda prova e la terza prova hanno caratteristiche diverse non solo sulle materie e la struttura, ma anche su chi le redige, come e per chi, si può creare un po’ di confusione. Vi state chiedendo se la prima prova di Maturità è uguale per tutte le scuole? A differenza degli altri due scritti sì, e di seguito vi spiegheremo nei dettagli perché.

Leggi anche: Date della Maturità 2017

PRIMA PROVA DI MATURITÀ: PERCHÉ È UGUALE PER TUTTE LE SCUOLE

La prima prova di Maturità, chiariamolo subito, è uguale per tutti i maturandi d’Italia indipendentemente dall’indirizzo e dalla scuola frequentata. È il Miur a prepararla e a stabilire autori e tracce. Anche la seconda prova è redatta dal Ministero, ma in questo caso la prova verte sulla materia d’indirizzo della scuola frequentata, quindi ci saranno tante seconde prove quanti sono gli indirizzi scolastici (es. latino al liceo classico, matematica allo scientifico etc…). La terza prova, invece, è preparata dalla Commissione d’esame, quindi varia da istituto a istituto.

Perché, vi chiederete, la prima prova è unica per tutti i maturandi? La materia oggetto della prova è italiano, studiata in tutte le scuole, dai licei alle scuole professionali. Lo scopo è infatti quello di valutare se gli studenti conoscono la loro lingua madre, se hanno appreso la grammatica e la sintassi e sono in gradi di scrivere degli elaborati ben strutturati, argomentati e originali.
Tenendo conto delle diversità personali, ma soprattutto di preparazione (uno studente del classico avrà dedicato più ore allo studio della letteratura italiana rispetto a uno studente di scuola professionale), il Miur ha scelto di optare per una prova uguale a livello nazionale, ma che contenga diverse tipologie di tracce, così che gli studenti possano scegliere quella per cui si sentono più preparati.

PRIMA PROVA DI MATURITÀ: LE TRACCE

La prima prova è unica, ma le tracce all’interno tra cui scegliere quella che si svolgerà sono diverse, raggruppate in quattro tipologie. Potrai quindi decidere di fare una delle seguenti tracce:

  • Analisi del testo (Tipologia A). La Tipologia della prima prova di maturità consiste nell'analisi di un testo letterario che può essere di prosa o di poesia. In genere il Miur alterna le due tipologie quindi, visto che alla Maturità 2016 è uscita prosa, è verosimile che la traccia dell'Analisi del testo 2017 riguardi una poesia.
  • Saggio Breve o Articolo di giornale (Tipologia B). Con la tipologia B della prima prova viene proposto al candidato di svolgere un tema in forma di saggio breve, o di articolo di giornale, incentrato su 4 argomenti diversi, appartenenti a 4 ambiti: storico-politico, socio-economico, artistico-letterario e tecnico-scientifico.
  • Tema Storico (Tipologia C). Il tema storico della maturità consiste nell'analizzare un determinato fatto storico o un argomento affrontato nel corso dell'ultimo anno scolastico. Si tratta di un tema classico, dunque bisogna comporre un testo di lunghezza consistente con la classica struttura formata da introduzione, corpo centrale e conclusione.
  • Tema d’attualità (Tipologia D). L'ultima tipologia di tema della prima prova è la tipologia D. Si tratta del tema di attualità, e consiste nell'analizzare un argomento attuale o comunque generale, non affrontato a scuola.

PRIMA PROVA MATURITÀ: LA GUIDA

Vuoi arrivare preparatissimo alla maturità 2017? Ecco cosa sapere:

Leggi anche: