Punteggio Minimo Test Veterinaria 2017:  la prova di ammissione

Oggi, 20 settembre, gli studenti di tutta Italia che hanno sostenuto il Test d’ingresso di Medicina Veterinaria 2017 avranno i loro risultati. Come per Medicina, l’accesso a Veterinaria è regolato da una prova a livello nazionale: il bando e le domande, infatti, sono stati programmati dal Miur. Sui social sono stati in tantissimi a commentare la prova: “Più facile di quello per Medicina”; ora però è il momento di fare i conti con i risultati! In questo articolo cerchiamo di capire le possibilità che ognuno ha di entrare con il risultato che ha fatto.

Leggi anche:

Punteggio minimo Test Veterinaria 2017: soglia minima

La soglia minima di accesso è di 20 punti. Totalizzarli, però, non vi basterà per ottenere il posto: in base alla posizione che guadagnerete in graduatoria e al numero di posti disponibili nelle università, potrete accedere ad uno degli atenei che avete indicato nella lista delle preferenze in fase di iscrizione risultando assegnati, vale a dire ottenendo un posto nell’Università indicata come prima scelta, o come prenotati, ottenendo un posto in un altro ateneo da voi indicato al momento dell’iscrizione. Siete pronti a fare un calcolo in base alle risposte?

Leggi anche:

Punteggio minimo Test Veterinaria 2017: ad ogni università il suo punteggio

Ogni Università, comunque, ha una soglia minima diversa da rispettare. Vi riportiamo quelli dello scorso anno per farvi un’idea, ma ricordate che quest’anno potrebbero risultare diversi. I punteggi 2016:

  • Padova: 70,3
  • Milano: 68,8
  • Pisa: 66,6
  • Bologna: 68,2
  • Parma: 67,4
  • Torino: 66,6
  • Messina: 64,3
  • Napoli: 66,2
  • Perugia: 65,8
  • Camerino: 65,2
  • Teramo: 64,4
  • Bari: 64,4
  • Sassari: 63,8

Leggi anche: