Uragano più forte del mondo: qual è?

Sono diversi gli uragani che nel corso degli anni si sono abbattuti sugli Stati Uniti, da Katrina a Sandy, passando per Andrew, Camille e Harvey, ma l’ultimo in particolare ha battuto tutti i record in ordine di potenza e devastazione. Parliamo dell’uragano Irma, la più potente perturbazione atlantica registrata negli ultimi decenni, che a inizio mese ha messo in ginocchio la Florida e le isole dei Caraibi.

Scopri anche:  Uragano, tornado e ciclone: differenze

Uragano Irma: potenza a livello massimo sulla scala Saffir-Simpson

La scala Saffir-Simpson misura l’intensità delle tempeste tropicali ed è composta da cinque categorie in dipendenza della velocità del vento. L’uragano Irma si è classificato come una tempesta di quinta categoria, la più devastante, a causa dei suoi venti che hanno sfiorato velocità massime di 295 chilometri orari. Irma ha battuto anche il record del super tifone Haiyan che nel 2013 alle Filippine aveva generato venti che viaggiavano sempre intorno ai 300 chilometri orari, ma solo per 24 ore. In questo caso, invece, la tempesta ha acquisito forza abbattendosi per giorni sulle coste americane tanto che, se ci fossero categorie superiori sulla scala Saffir-Simpson, sicuramente si sarebbe aggiudicata il sesto livello.

Uragano Irma: le conseguenze sulle zone colpite

La forza dell’uragano Irma è stata devastante ed il bilancio delle vittime è ancora provvisorio: si parla di 65 morti in totale, 27 negli Stati Uniti e 38 nelle isole dei Caraibi. Ciò che la tempesta ha lasciato dietro di sè mette i brividi, con alberi sradicati e case letteralmente rase al suolo. Le piogge intense e i forti venti hanno interrotto numerose linee dell’elettricità causando un blackout per più di sei milioni di abitazioni, un terzo di quelle presenti in Florida. La parte meridionale del Paese è stata la più colpita, in particolare l’arcipelago delle isole Keys, dove interi quartieri delle città sono stati inondati e distrutti. Per quanto riguarda i Caraibi, l’isola maggiormente danneggiata risulta Barbuda che sembra letteralmente rasa al suolo da Irma. Anche Cuba ha subito un duro colpo riportando gravi danni alle abitazioni, al sistema elettro-energetico e all’agricoltura.