Alternanza scuola-lavoro: esempio di relazione svolta

Si parla molto di alternanza scuola lavoro e, prima di scoprire come si fa una relazione e quali criteri seguire per stilarla, facciamo un passo indietro, vediamo di cosa si tratta e quante ore sono previste per questo progetto. Gli studenti delle scuole superiori hanno la possibilità di integrare lo studio teorico con quello pratico, svolto in un’azienda o un altro ambiente lavorativo. In questo modo gli studenti possono mettere in pratica le proprie conoscenze e avere un contatto con il mondo del lavoro. Il progetto esiste dal 2003, ma è diventato obbligatorio per tutte le scuole questo anno scolastico 2017/2018. Secondo gli articoli 33 e 43 della legge 107/2015 l’alternanza scuola-lavoro sarà parte integrante dell’orario scolastico e gli studenti del triennio vi dovranno partecipare; il progetto sarà propedeutico all’esame di maturità e,il lavoro svolto, sarà argomento da portare e discutere durante l’esame orale. I progetti di alternanza possono essere svolti presso aziende, associazioni sportive o di volontariato, istituzioni, enti culturali e via dicendo.

Alternanza scuola lavoro: info e ore

Nonostante non siano tutti d’accordo, da questo nuovo anno scolastico, 2018-2019, il progetto dell’alternanza scuola lavoro sarà parte integrante dell’orario scolastico e gli studenti del triennio vi dovranno partecipare. Dal momento che il progetto sarà propedeutico all’esame di maturità, il lavoro svolto sarà argomento da portare e discutere durante l’esame orale. Le ore previste dal progetto che dovranno essere svolte dagli studenti cambiano e dipendono dalla scuola e sono divise così:

  • Alternanza scuola-lavoro licei: 200 ore
  • Alternanza scuola-lavoro istituti tecnici: 400 ore
  • Alternanza scuola-lavoro istituti professionali: 400 ore

Il Miur vuole ampliare il progetto creando delle piattaforme e dei lavori per rendere l’alternanza più scorrevole dal punto di vista burocratico. Sarà necessario scegliere dei  tutor competenti per migliorare la qualità dell’alternanza e dovrà essere favorito l’incontro tra scuole e aziende.

Relazione Alternanza scuola-lavoro: esempio

Alla fine del progetto di alternanza scuola-lavoro lo studente dovrà scrivere una relazione che sarà anche oggetto dell’esame di maturità. Ora vi diamo qualche consiglio utile su come scrivere questa relazione e ricordate che, in generale, scrivere bene le relazioni è fondamentale. Tornando alla nostra relazione, deve essere così strutturata:

  • cognome, nome, classe, anno scolastico e titolo: sono tutti dati da inserire nella prima pagina
  • indice degli argomenti trattati, capitoli in cui è articolata la relazione
  • introduzione: fate una breve introduzione su quella che sarà la vostra relazione
  • capitolo primo: descrizione dell’ente, dello studio o della ditta in cui si svolge il progetto
  • capitolo secondo: descrizione dei compiti assegnati che sono stati svolti
  • capitolo terzo: descrizione della giornata dei lavoratori della ditta
  • capitolo quarto: elenco delle competenze che sono state apprese
  • capitolo quinto: giudizio dettagliato sull’esperienza che avete svolto
  • veste grafica: è un elemento fondamentale che metterà in risalto le vostre abilità, la vostra creatività e la vostra fantasia
  • altri capitoli: potrete sfruttarli per inserire eventuali interviste ai lavoratori o ai dirigenti
  • conclusioni
  • eventuali allegati

Potrebbero interessarti: