Rinnovo della Patente: tutte le info

Il rinnovo patente è obbligatorio per tutti gli automobilisti, e le norme che ne regolano la scadenza variano in base al tipo di patente e all'età. Per esempio, il rinnovo per la patente A e B avviene ogni 10 anni, mentre per la patente C e D ogni 5 anni.
Il rinnovo patente serve a verificare che il soggetto abbia ancora i requisiti fisici e psichici che gli consentano di continuare a guidare. Se il rinnovo della patente non viene effettuato entro tre anni dalla scadenza della patente, automaticamente si passerà alla revisione

Non perderti la nostra Guida completa a Rinnovo della Patente

Rinnovo Patente, tutte le info

Rinnovo patente: ogni quanto avviene

Per quanto riguarda le patenti A e B, il rinnovo avviene:

  • ogni 10 anni: fino a 50 anni d'età
  • ogni 5 anni: tra 50 e 70 d'età
  • ogni 3 anni: tra 70 e 80 anni d'età
  • ogni 2 anni: oltre 80 anni d'età

Rinnovo patente: documenti e costi

Per rinnovare la patente servono i seguenti documenti e bisogna effettuare i seguenti versamenti:

  • 2 fototessere a colori, su sfondo bianco
  • patente scaduta
  • codice fiscale
  • ricevuta del versamento postale su c/c n. 9001 di 9 euro, intestato al Dipartimento Trasporti Terrestri
  • ricevuta del versamento postale su c/c n. 4028 di 16 euro.
  • versamento visita medica
  • eventuali costi aggiuntivi dell'agenzia automobilista di riferimento

La visita medica per il rinnovo patente

La visita medica può avvenire nelle sedi ASL, alla scuola guida di riferimento, oppure presso uffici specializzati in pratiche automobilistiche.
I medici autorizzari ad effettuare la visita di rinnovo per la patente di guida sono i seguenti:

  • Medici delle ASL
  • Medici del Ministero della Salute
  • Medici della Polizia di Stato
  • Medici dei Vigili del Fuoco
  • Medici militari
  • Medici delle Ferrovie dello Stato
  • Medici del Ministero del Lavoro

Se l'automobilista presenta alcune patologie particolari, è soggetto a norme più rigide riguardo la visita medica.
I diabetici, oltre al resto, devono sottoporsi ad un controllo dell'acuità visiva e ad un controllo glicemico, e sono obbligati a rinnovare la patente ogni 3 anni, ma l'intervallo di tempo può diminuire fino a 6 mesi se si presentano problematiche più acutizzate.
Gli epilettici invece rinnovano la patente ogni 2 anni, e vengono sottoposti anche ad una visita neurologica.

Una volta effettuata la visita con esito positivo, viene rilasciato un certificato di idoneità, valido per 60 giorni su tutto il territorio nazionale, da esibire agli agenti durante il periodo di attesa della patente nuova.
Fino a dicembre 2013 veniva applicato, dopo il rinnovo, un tagliando adesivo sulla vecchia patente. Dal 2014 invece il Ministero provvede a stampare una nuova patente, con una nuova foto, da recapitare direttamente a casa dell'automobilista.

Scopri le altre risorse utili: