Patenti di Guida Europee: le novità delle 15 categorie

L’introduzione delle Patenti di Guida Europee ha apportato delle grosse novità soprattutto per quanto riguarda le categorie in cui sono suddivise. Il Decreto Legislativo 59/2011, modificato con Decreto Legislativo 2/2013, insieme ai decreti ministeriali circa gli esami di guida hanno introdotto ben 15 categorie diverse, ognuna con particolari caratteristiche. Se prima la classificazione era molto più semplice ed immediata, adesso bisogna fare attenzione e sapere in modo preciso quale patente avere per guidare un determinato veicolo.

Leggi anche:

Patenti di Guida categorie A

Se prima i minorenni per guidare alcuni veicoli dovevano ottenere il cosiddetto ‘patentino’, adesso avranno bisogno di particolari tipologie di patenti. Esse si suddividono in:

  • Patente AM con età minima di 14 anni per i ciclomotori a due ruote con velocità massima di costruzione non superiore a 45 km/h e la cui cilindrata è inferiore o uguale a 50 cm³,  i veicoli a tre ruote aventi una velocità massima per costruzione non superiore a 45 km/h e i quadricicli leggeri;
  • Patente A1 con età minima di 16 anni per i motocicli di cilindrata massima di 125 cm³, i tricicli di potenza non superiore a 15 kW e le macchine agricole che non superano i limiti di sagoma dei motoveicoli;
  • Patente A2 con età minima di 18 anni per i motocicli di potenza non superiore a 35 kW;
  • Patente A con età minima di 24 anni per i motocicli muniti di un motore con cilindrata superiore a 50 cm³.

Patenti di Guida categorie B

La categoria B per quanto riguarda le patenti di guida è quella più diffusa, ma esistono varie classificazioni specifiche:

  • Patente B1 con età minima di 16 anni per quei particolari quadricicli (quad) la cui potenza massima netta del motore è inferiore o uguale a 15 kW;
  • Patente B con età minima di 18 anni per le macchine agricole e gli autoveicoli la cui massa massima autorizzata non supera 3500 kg e progettati e costruiti per il trasporto di non più di otto persone oltre al conducente;
  • Patente BE con età minima di 18 anni per complessi di veicoli composti di una motrice della categoria B e di un rimorchio o semirimorchio.

Patenti di Guida categorie C

Per quanto riguarda le suddivisioni del gruppo C, le categorie esistenti sono:

  • Patente C1 con età minima di 18 anni per autoveicoli la cui massa massima autorizzata è superiore a 3500 kg, ma non superiore a 7500 kg;
  • Patente C1E con età minima di 18 anni per complessi di veicoli composti di una motrice rientrante nella categoria B o C1 e di un rimorchio o di un semirimorchio;
  • Patente C con età minima di 21 anni per autoveicoli la cui massa massima autorizzata è superiore a 3500 kg e progettati e costruiti per il trasporto di non più di otto passeggeri;
  • Patente CE con età minima di 21 anni per complessi di veicoli composti di una motrice rientrante nella categoria C e di un rimorchio o di un semirimorchio la cui massa massima autorizzata superi 750 kg.

Patenti di Guida categorie D

Per quanto riguarda i veicoli che trasportano più di otto persone è necessaria una patente delle categorie D:

  • Patente D1 con età minima di 21 anni per autoveicoli progettati e costruiti per il trasporto di non più di 16 persone, oltre al conducente, e aventi una lunghezza massima di 8 metri;
  • Patente D1E con età minima di 21 anni per complessi di veicoli composti da una motrice rientrante nella categoria D1 e da un rimorchio la cui massa massima autorizzata è superiore a 750 kg;
  • Patente D con età minima di 24 anni per utoveicoli progettati e costruiti per il trasporto di più di otto persone oltre al conducente a cui può essere agganciato un rimorchio la cui massa massima autorizzata non superi 750 kg;
  • Patente DE con età minima di 24 anni con complessi di veicoli composti da una motrice rientrante nella categoria D e da un rimorchio la cui massa massima autorizzata supera 750 kg.